Dambulla e i suoi monasteri

Dambulla

Dambulla è una città situata al centro dell’isola dello Sri Lanka (a 72 km a Nord di Kandy), famosa per i suoi grandi monasteri, per il più grande complesso montuoso di quarzo rosa di tutta l’Asia Meridionale e per la foresta di Namal Uyana. Dambulla è una città abbastanza grande e la sua posizione è ideale per visitare le attrazioni situate nei dintorni.

Si ritiene che l’area oggi ricoperta da Dambulla fosse abitata già nel III secolo a.C. e molte delle statue e dipinti ancora visibili, restaurate tra l’XI ed il XVIII secolo, in realtà siano molto più antiche, risalendo al I secolo a.C.. Alcune grotte di questa area fornirono riparo a re Valagamba, esiliato dal regno di Anuradhapura per circa 15 anni, e ai monaci buddisti che lo difendevano, che trovarono nelle grotte di Dambulla il luogo ideale per meditare. Sebbene alcune caverne fossero già state convertite in templi, una volta tornato sul trono, nel I secolo a.C., re Valagamba costruì un meraviglioso tempio di roccia per ringraziare i monaci buddisti che lo avevano a lungo protetto. Successivamente, altri re ampliarono la struttura o aggiunsero dettagli: re Nissanka Malla fece ricoprire le grotte d’oro e aggiungere circa 70 statue di Buddha nel 1190; nel XVIII secolo i re Kandyan le restaurarono e fecero ridipingere.

IL TEMPIO D’ORO DI DAMBULLA

Il Tempio d’Oro di Dambulla, sito archeologico patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO dal 1991, è ancora oggi il tempio di roccia più imponente e meglio conservato dello Sri Lanka, con le sue alte torri (ben 160 metri), che dominano le circostanti pianure. Delle oltre 80 grotte presenti, sono 5 quelle con le maggiori attrazioni, statue e dipinti che, nella maggior parte dei casi, si riferiscono al Buddha e ad eventi della sua vita. Sono ben 153 le statue dedicate al Buddha, 3 ad alcuni re dello Sri Lanka e 4 ad altre divinità (tra cui due raffiguranti le divinità indù Visnu e Ganesha). I dipinti murali ricoprono un’area di oltre 2 kmq, i colori dominanti sono il bianco, l’oro e il rosso e si susseguono motivi geometrici ed episodi della vita del Buddha, tra questi c’è anche la tentazione del Deva Mara a Buddha e il suo primo sermone. Questo luogo rende Dambulla una tappa imperdibile durante un viaggio in Sri Lanka.

Anche noto come Il Tempio delle Grotte, esso è composto di 5 grotte, trasformate in reliquiari, ricavate alla base di una roccia a strapiombo di 150 metri e provviste di un canale di scolo per mantenere asciutto l’interno. Nel 1938 furono aggiunti colonnati e frontoni d’entrata per abbellirne l’ingresso. I soffitti sono impreziositi con dipinti a tema religioso che seguono la forma delle rocce, creando l’illusione di un affresco.

Il monastero di Dambulla funziona ancora oggi ed è uno dei centri religiosi più importanti del paese. L’accesso al tempio si trova lungo il pendio di Dambulla ed è un ottimo punto panoramico sull’area circostante, compresa la fortezza di Sigiriya, che dista soli 19 km. Le scimmie presenti lungo il percorso rendono la salita ancora più piacevole e al crepuscolo le centinaia di rondini che qui si riuniscono, regalano un meraviglioso spettacolo aereo. L’accesso all’area sacra è sancito da una struttura più moderna, che funge da portale d’ingresso posto alla base del pendio, con una scalinata che porta nelle fauci di un demone dorato.

Analizziamo le grotte del Tempio d’Oro di Dambulla una per volta: la Devaraja lena o Grotta del Divino Re reca sull’ingresso un’iscrizione Brahmi ed è dominata da una statua del Buddha alta 14 metri e scolpita interamente nella roccia. Ai piedi della statua, il discepolo prediletto di Buddha, Ananda, e vicino alla sua testa Visnu, ritenuto il vero creatore delle grotte.

Maharaja lena o Grotta dei Grandi Re: è la più grande e conta 52 m di ampiezza da est a ovest, 23 m dall’ingresso al fondo e 7 m di altezza nel punto più alto. Ospita moltissime statue del Buddha (16 erette e 40 sedute), di altri dei, come Saman e Visnu, che vengono adornate dai fedeli con ghirlande, ed anche statue di re Vattagamani e Nissanka Malla. È presente anche uno stupa e una sorgente d’acqua che si crede abbia poteri curativi. Il soffitto è ricoperto di dipinti risalenti al XVIII secolo, che ritraggono il Buddha in diversi momenti, dal sogno di Mahamaya alla tentazione del demone Mara. Ci sono anche episodi salienti della storia dello stato.

Maha Alut Vihara o Grande Nuovo Monastero: soffitto e muri sono affrescati secondo il tipico stile Kandy; sono presenti 50 statue di Buddha e una del re.

La quarta, Pachima Viharaya, e la quinta grotta, Devana ALut Viharaya, sono più piccole e successive e non hanno la stessa rilevanza artistica. Ospitano rispettivamente un Buddha seduto situato sotto un’arcata decorata e un Buddha disteso, circondato da divinità indù.

Nell’insieme la collezione di statue del Buddha e di altri personaggi storici eminenti presenti nelle grotte conta circa 150 esemplari; sono di diverse fattura e dimensioni (le più grandi raggiungono i 15 metri di lunghezza) ed assieme ai dipinti esse testimoniano lo stile e l’evoluzione della scultura e dell’arte singalese durante le epoche.

Viaggio in Sri Lanka

Conscious Journeys propone diversi tour in Sri Lanka, tutti creati seguendo i principi del turismo responsabile, alcuni dei quali fanno tappa a Dambulla:

Tesori dello Sri Lanka (12 gg): l’itinerario parte e si conclude a Colombo, procedendo da sud est a nord ovest in senso circolare. Questo tour vi conduce, oltre che ad ammirare il tempio d’Oro di Dambulla, nella foresta pluviale di Sinharaja, sulla splendida Arugam Bay e poi a Kandy, Sigirya, Anuradhapura e Negombo. Un viaggio che vuole mostrare tutta la ricchezza e la bellezza dello Sri Lanka, paese piccolo ma pregno di meraviglie.

L’Essenza dello Sri Lanka (8 gg): anche se di pochi giorni, questo viaggio comprende alcune delle più significative esperienze da fare in Sri Lanka. Si concentra nell’area centro-settentrionale. Si visiteranno Colombo, Anuradhapura, Pollonaruwa, Dambulla e Kandy, ma anche villaggi ed associazioni locali che Conscious Journeys sostiene. Un viaggio breve, ma intenso, che di sicuro catturerà l’animo dei viaggiatori.

Sri Lanka e Maldive (16 gg): dopo i primi 10 gg nello Sri Lanka, alla scoperta dei suoi tesori, e dopo aver visitato Colombo, Sigiriya, Kandy, Dambulla, Arugam Bay e lo Yala National Park, ci si potrà rilassare sulle bianche spiagge di Hanimadhoo, nell’arcipelago delle Maldive. Un tour che unisce vacanza culturale e relax, creando un equilibrio perfetto.

Qualsiasi tour si scelga, è certo che il Tempio d’Oro di Dambulla Sri Lanka non potrà lasciare indifferenti: per millenni è stato un luogo sacro ed ancora oggi, in questa era moderna e dissacrante, mantiene la sua atmosfera mistica e profonda.

Go top