Visto India, guida pratica per la compilazione online

Con questa guida spiegheremo tutto il procedimento necessario per effettuare correttamente la richiesta del visto India online.

India: magia e colore

Visitare l’India significa tuffarsi in una realtà carica di tradizioni e contraddizioni. Una realtà che ha il potere, però, di regalare al visitatore un’esperienza coinvolgente e trasformativa. Suoni, colori, spiritualità ma anche rassegnazione, povertà e dignità saranno i vostri compagni di viaggio se decidete di recarvi in India e calarvi nella sua realtà di ogni giorno.

La cosa fondamentale è che non abbiate fretta. Solo calandovi davvero nel mondo che state esplorando potrete assorbirne l’energia profonda. Ma vediamo adesso quali sono le modalità per ottenere il visto di ingresso in India, la prima cosa di cui occuparsi quando decidiamo di programmare un viaggio in questa nazione.

VISTO INDIA: LE VARIE TIPOLOGIE

Essendo numerose le opzioni proposte al viaggiatore, elenchiamo qui di seguito le varie tipologie di visto per l’India che è possibile richiedere:

  • Visto Turistico (TV): è il visto destinato a chi si reca in India per vacanza, per far visita ad amici o per frequentare corsi di meditazione e yoga, ad esempio.
  • Visto Business (BV): è necessario per tutti coloro che si recano in India per questioni di affari, per partecipare a fiere di settore e convention commerciali oppure per i piloti in ambito civile.
  • Visto di Lavoro (EV): questo visto è indicato per chi ha stipulato un contratto di lavoro regolare in India.
  • Visto Studenti (STV): necessario per chi studia e deve recarsi in India per partecipare a percorsi formativi o di collaborazioni tra università.
  • Visto Conferenze (CV): indispensabile per chi deve presenziare come relatore (e non solo) a conferenze indette da istituzioni, enti o dalle varie università dell’India.
  • Visto Giornalistico (JV): visto specifico per le attività di giornalisti e fotografi che vogliono svolgere la loro attività in India; esteso anche ai registi e a tutte quelle figure professionali che lavorano con i mass media.
  • Visto Medico (MV): indicato per chi ha necessità di recarsi in strutture sanitarie indiane per curarsi.
  • Visto Entry (XV): indicato per i visitatori di origine indiana, parenti stretti di cittadini indiani (marito, moglie, figli).
  • Visto di Ricerca (RV): visto necessario per tutti coloro che sono impegnati in progetti di ricerca presso istituti o università indiane.
  • Visto Project (PV): visto necessario per chi lavora in ambito progettuale per il settore energetico e l’acciaio e deve recarsi in India a tale scopo.
  • Visto di Transito (Transit Visa): questo visto è destinato a chi deve solo attraversare l’India ed ha una durata molto limitata.
  • Visto India Online (Autorizzazione all’ingresso): questo visto, definito “e- ancoVisa” o “Visto Elettronico”, può essere richiesto tramite il sito ufficiale del governatorato indiano “India Visa Online” ed è soggetto ad alcune limitazioni. La richiesta del visto effettuata online infatti, permette di richiedere e ottenere per ora il visto turistico (eTV), il visto Business (eBV), il visto medical (eMV) e il visto per partecipare a conferenze (eCV). Di norma quindi, sarà il viaggiatore che ha bisogno del visto per vacanza o per affari a scegliere per questa soluzione, più veloce anche se basata su una procedura piuttosto articolata, come vedremo più avanti.
india

VARCHI DA CUI È PERMESSO ENTRARE IN INDIA

L’India può essere raggiunta a partire dai seguenti varchi:

Ahmedabad, Amritsar, Bagdogra, Bengalore, Calicut, Chennai, Chandigarh, Coching, Coimbatore, Delhi, Gaya, Goa, Guwahati, Hyderabad, Jaipur, Kolkata, Lucknow, Mangalore, Mumbai, Nagpur, Pune, Tiruchirapali, Trivandrum, Varanasi.

VISTO TURISTICO TRADIZIONALE E VISTO ELETTRONICO PER L’INDIA

Il visto turistico tradizionale (Tourist Visa) per l’India è quello che potete richiedere presso il consolato indiano a Milano o l’ambasciata indiana a Roma, ma assicuratevi di consultare prima attentamente le indicazioni che entrambe le istituzioni forniscono sulle pagine relative, in particolare l’avviso che mette in guardia da una serie di siti “fittizi” che operano in maniera fraudolenta con la promessa di assistere i viaggiatori nella richiesta del visto per l’India. Sul sito dell’ambasciata d’India a Milano è anche disponibile un elenco di agenzie accreditate per l’assistenza alla richiesta del visto, presenti sul territorio lombardo. Il consolato milanese, infine, copre tutte le regioni non coperte dall’ambasciata indiana a Roma (quest’ultima copre infatti, oltre al Lazio, anche la Toscana, l’Umbria, le Marche, l’Abruzzo, il Molise, la Campania, la Basilicata, la Puglia, la Calabria, la Sicilia e la Sardegna). Fate attenzione in caso di cambio di residenza, quindi, a comunicarlo correttamente fornendo un certificato di residenza storico, insieme agli altri documenti richiesti.

La richiesta di un visto presso il consolato indiano a Milano o l’ambasciata indiana a Roma è preceduta da una richiesta da effettuare sui rispettivi siti web, ovvero la compilazione di un apposito modulo, cui segue un appuntamento recarsi, negli orari e nei giorni indicati, per recarsi allo sportello con la stampa della richiesta e i documenti necessari. Sul sito dell’ambasciata d’India a Roma è anche disponibile una traduzione in italiano del modulo da compilare.

Per chi non vuole recarsi all’ambasciata indiana a Roma o al consolato indiano a Milano, e neanche servirsi di una delle agenzie accreditate, è invece possibile ricorrere, in quanto più pratico, al visto elettronico (e-Visa), che si può infatti richiedere e ottenere da casa in completa autonomia seguendo le indicazioni fornite nel resto dell’articolo.

visto india

CARATTERISTICHE DEL VISTO ELETTRONICO (E-VISA) PER L’INDIA

Ricordiamo che il visto e-Visa ha validità di 30 giorni a partire dalla data di ingresso in India. Si richiede a partire dai 30 giorni fino al limite minimo di 4 giorni antecedenti all’arrivo in India, ed è importante sottolineare che questo tipo di visto non può essere rinnovato. Quando scade, infatti, occorre richiederne un altro ex-novo. Inoltre, in un anno è possibile fare richiesta di soli 2 visti e-Visa.

VISTO INDIA: I DOCUMENTI NECESSARI

Vediamo adesso quali sono i documenti indispensabili per richiedere il visto online per l’India:

  • Passaporto: il vostro passaporto deve essere in corso di validità per almeno sei mesi in riferimento alla data in cui presentate la richiesta e deve avere ancora, come minimo, due pagine libere consecutive (nel caso il vostro passaporto sia stato da poco rinnovato, dovrete anche presentare una copia del vecchio passaporto).
  • 2 Foto formato tessera, a colori, su fondo bianco, di cm.5 x cm.5 come dimensioni, da fornire come file con dimensione massima di 1Mb.
  • Copia prenotazione del biglietto aereo.
  • Copia prenotazione dell’albergo e dettaglio del viaggio con la descrizione di tutte le tappe previste. Se risiederete presso un privato, dovete fornire la copia della lettera di invito redatta in inglese e il documento di identità/visto di chi vi ospita.
  • Modulo di richiesta del visto online, stampato e firmato.

Per chi desidera recarsi in India per una vacanza standard, è sufficiente utilizzare la richiesta online per l’e-Visa. L’e-Visa, non è un vero e proprio visto ma una sorta di “autorizzazione all’ingresso” in India, come dicevamo, dal momento che il visto vero e proprio sarà in questo caso applicato sul passaporto dalle autorità competenti al vostro arrivo, una volta effettuate le verifiche del caso e annotati i dati biometrici che vi identificano.

visto india

VISTO INDIA ONLINE E-VISA: GUIDA ALLA COMPILAZIONE

Per richiedere il visto elettronico, collegatevi prima di tutto a questo indirizzo: https://indianvisaonline.gov.in/evisa/tvoa.html e cliccate in basso alla voce “APPLY HERE FOR E-VISA”.

Una volta cliccato sul link, si aprirà una finestra che contiene il form da compilare. Le domande a cui dovrete rispondere sono numerose, quindi vi suggeriamo di fare questa operazione avendo a portata di mano tutti i documenti necessari e dotandovi del tempo sufficiente, oltre a una buona dose di pazienza. Alcuni dei quesiti vi sembreranno forse fuori luogo ma, purtroppo, non è possibile evitarli.

VISTO INDIA ONLINE: COMPILAZIONE PRIMA PAGINA

Nella prima schermata che si aprirà dopo aver cliccato sul link che vi abbiamo indicato, vi sarà richiesto:

  • tipo di passaporto (dovrete spuntare, dal ‘menu a tendina’, la voce ‘ordinary passport’).
  • nazionalità
  • aeroporto di arrivo (sempre dal menu a tendina, selezionate l’aeroporto di arrivo)
  • data di nascita
  • E-mail (da inserire due volte)
  • data di arrivo: (indicate la data del vostro arrivo nella forma GG/MM/ANNO).
  • tipo di Visto (barrate la casella del tipo di visto che vi occorre, scegliendolo tra i seguenti:
    • eTourist Visa (disponibile per 30 giorni, per 1 anno o per 5 anni)
    • eMedical Visa
    • eBusiness Visa
    • eConference Visa
    • EMedical Attendant Visa

Noterete che a questo punto, sulla stessa schermata, in corrispondenza della casella relativa al tipo di visto che avete scelto, saranno visualizzate altre scelte. Per esempio, se avete scelto eTourist Visa per 30 giorni, il sistema vi chiederà di inserire una data di arrivo entro i 30 giorni dal momento in cui state richiedendo il visto.

Sotto alla casella barrata per richiedere l’eTourist Visa, vedrete comparire un elenco di attività per definire al meglio la tipologia del vostro viaggio in India, e potete sceglierne soltanto mettendo la spunta sul pallino di fianco alla descrizione. Selezionate quindi il motivo del vostro viaggio e proseguite inserendo il testo cifrato di conferma a fine pagina, barrando la casella informativa (in basso a sinistra) che avvisa di tenere a portata di mano i documenti necessari per continuare la compilazione.

Una volta completata questa prima schermata, cliccate sul pulsante Continue. Noterete che, una volta cliccato, comparirà un avviso con la specifica che per il visto sono necessari:

  • le foto a colori (recenti) già indicate
  • copia del vostro passaporto dove sono presenti le vostre informazioni

Voi nel frattempo avrete già a disposizione il tutto, quindi confermate e passate alla seconda schermata.

SUGGERIMENTO: Per facilitarvi nella compilazione, il sito del governo indiano ha predisposto una guida in pdf scaricabile al link: https://indianvisaonline.gov.in/evisa/tvoa.html.

Consigliamo quindi di scaricarla cliccando sul pulsante in basso a sinistra, identificato dalla scritta “SAMPLE E-VISA APPLICATION”

ATTENZIONE: Se per qualche motivo la compilazione di questa prima pagina non prosegue speditamente o se impiegate troppo tempo, il sistema sospende l’operazione e vi fa comparire l’avviso di chiusura della procedura. In questo caso viene inviata contestualmente una mail all’indirizzo che avete inserito, dove compaiono il link per riprendere la compilazione e il vostro codice identificativo per la sicurezza, che dovrete inserire per poter proseguire con l’immissione degli altri dati/documenti. Per completare la procedura avrete in questo caso una settimana di tempo.

VISTO INDIA ONLINE: COMPILAZIONE SECONDA PAGINA, PARTE 1

Se invece la compilazione è proseguita regolarmente, dopo aver cliccato sul pulsante “continua”, vi troverete nella seconda pagina di registrazione. In alto, noterete il codice temporaneo che vi è stato assegnato (l’identificativo di cui accennavamo poco fa). È consigliabile annotarlo per poterlo utilizzare eventualmente nel caso la compilazione si bloccasse come già descritto. In questa seconda pagina dovrete inserire:

  • Il Cognome (così come è scritto sul vostro passaporto)
  • Il Nome (così come è scritto sul vostro passaporto)
  • il genere (uomo/donna/altro*)
    (*è prevista anche una eventuale per ‘transgender’ e una casella da barrare se si è cambiato nome)
  • la data di nascita
  • la città di nascita
  • il paese di nascita
  • il numero della vostra carta di identità
  • la vostra fede religiosa
  • eventuali segni particolari (voce presente anche nella carta di identità).
  • indicazione del grado di studi
  • la nazionalità
  • indicare su come si è ottenuta la cittadinanza
  • attestazione che si risieda da almeno 2 anni nel paese da cui si fa la richiesta del visto (se partite dall’Italia sarà questo il paese di riferimento)
  • dati del passaporto.

Ora che avete completato la prima parte della seconda pagina, avete due opzioni:

  1. Salvare i dati inseriti e continuare la compilazione cliccando sul pulsante “SAVE AND CONTINUE” posto in basso a sinistra nella pagina.
  2. Salvare la compilazione e scrivervi il codice temporaneo per poter continuare l’inserimento degli altri dati in un secondo momento, cliccando sul pulsante “SAVE AND TEMPORARLY EXIT” in basso a sinistra nella pagina.

IMPORTANTE: occorre in ogni caso completate tutti i campi (obbligatori), così da poter continuare con la prossima schermata.

 

VISTO INDIA ONLINE: COMPILAZIONE SECONDA PAGINA, PARTE 2

In questa parte della compilazione dovrete inserire:

  • il vostro indirizzo
  • la provincia
  • il C.A.P.
  • il vostro numero di telefono fisso (opzionale)
  • il vostro numero di cellulare (opzionale)
  • il vostro indirizzo e-mail (due volte)

Continuate poi nella sezione seguente della stessa pagina, inserendo:

  • le informazioni relative a vostro padre.
  • le informazioni relative a vostra madre.

A seguire poi, inserirete:

  • il vostro stato civile
  • l’indicazione se avete eventuali genitori/nonni Pakistani

Infine, nella parte a fondo pagina dovrete indicare:

  • la vostra attuale occupazione
  • il nome del vostro datore di lavoro
  • l’indirizzo della ditta/luogo di lavoro
  • la vostra precedente occupazione
  • l’indicazione se si fa parte del corpo di polizia, dell’esercito o della sicurezza.

Anche in questa seconda parte, potete cliccare sul pulsante “SAVE AND CONTINUE” per proseguire con la terza pagina di compilazione, oppure cliccare su “SAVE AND TEMPORARLY EXIT” annotando l’ID Applicazione (il vostro identificativo), per proseguire la compilazione in un secondo momento.

Abbiate pazienza, la procedura è quasi completata.

 

VISTO INDIA ONLINE: COMPILAZIONE SECONDA PAGINA, PARTE 3

Nella terza pagina dovrete inserire:

  • le città indiane che intendete visitare (non servono troppi particolari)
  • da quale città lascerete l’India
  • se avete già visitato l’India in precedenza (in questo caso dovreste indicare in quali città siete stati)
  • il numero del visto precedente (se siete già stati in India)
  • specificare se, in quell’occasione, il visto vi è stato rifiutato
  • indicare tutti i paesi che avete visitato negli ultimi 10 anni
  • specificare se, negli ultimi 3 anni, avete visitato uno dei Paesi del gruppo SARC (Sri Lanka, Afghanistan, Bangladesh, Bhutan, India, Maldive, Nepal, Pakistan)
  • indicare i dati di una persona vostra referente in India (potete anche inserire i dati dell’Hotel e i dati di riferimento della struttura)
  • indicare i dati di una persona vostra referente in Italia

A questo punto completate il tutto con la solita procedura:

  1. cliccate su “SAVE AND CONTINUE” per proseguire con la compilazione.
  2. cliccate su “SAVE AND TEMPORARLY EXIT” per proseguire la compilazione in seguito, segnandovi il numero di ID Applicazione).

IMPORTANTE: tutte le informazioni devono corrispondere a verità, specialmente per quanto riguarda gli ingressi precedenti nel paese. Se, dai controlli, le autorità dovessero riscontrare che non avete segnalato altri ingressi nel paese, il visto sarebbe rifiutato.

 

VISTO INDIA ONLINE: COMPILAZIONE SECONDA PAGINA, PARTE 4

Ora che avete completato tutti i campi relativi ai dati, sarà necessario caricare la foto e la pagina del passaporto.

Potete quindi selezionare il file della foto, facendo attenzione che l’immagine sia centrata, non contenga ombre, sia su fondo bianco e con il volto ben visibile. Le dimensioni della foto, come già accennato, devono essere cm 5 x 5 e il file non deve pesare più di 1Mb.

La stessa procedura andrà eseguita anche con la pagina del passaporto che contiene i vostri dati, cioè la pagina del documento che contiene la vostra foto. Anche questo file deve essere ben leggibile e senza ombre che coprono i dati o la foto.

 

VISTO INDIA ONLINE: COMPILAZIONE SECONDA PAGINA, PARTE 5

Siamo arrivati alla fase conclusiva della compilazione, che comprende anche il pagamento.
Il costo del visto online per l’India, per chi ha il passaporto italiano, è di circa 80 dollari, ai quali dovrete aggiungere le spese di procedura che ammontano ad un 2,5%.
Ricordiamo che questo importo non verrà restituito nel caso in cui la richiesta venisse rifiutata e il visto negato.

Per il pagamento avete due alternative da utilizzare:

  1. SBIePay (valido per tutte le carte del circuito MasterCard e Visa)
  2. AXIS BANK (valido per MasterCard, Maestro e Visa).

La seconda opzione è quella più comunemente utilizzata.

 

E-VISA: APPROVAZIONE DEL VISTO

Quando avrete completato il pagamento, riceverete una mail all’indirizzo di posta elettronica che avete fornito durante la compilazione, con un oggetto simile al seguente:

“Status Regarding e-Visa Application Id: (il vostro numero di ID Application)”

Attenzione! In questa mail sarà specificata soltanto la ricezione e la registrazione della vostra richiesta, non la sua accettazione.

La mail che attesta, quindi, il rilascio del visto e la conferma per il vostro ingresso nel paese, vi arriverà sempre via mail entro le successive 72 ore.

Quando riceverete questa seconda mail, dovrete stamparla e allegarla al passaporto, insieme al foglio di imbarco che vi consegneranno sull’aereo. Questi sono i documenti che dovrete presentare alle autorità quando entrerete in India.

Nel caso in cui non riceviate la mail di conferma entro le 72 ore, tornate sul sito:

https://indianvisaonline.gov.in/evisa/tvoa.html

e consultate la sezione “CHECK YOUR E-VISA STATUS”

Una volta aperta la pagina del sito e aver cliccato sulla sezione indicata, inserite i dati richiesti, compreso il vostro Id Application per verificare lo stato della vostra richiesta.

Da quanto avete potuto leggere in questo articolo, la procedura per la richiesta del visto elettronico per l’India è un piuttosto complessa e richiede molti passaggi, ma grazie alla guida in PDF fornita dal sito del governo indiano (che tuttavia è redatta in lingua inglese come tutto il sito) e ai suggerimenti che abbiamo fornito, vi sarà possibile, con un po’ di attenzione, compilare correttamente i vari moduli online senza troppe difficoltà.

Se però invece avere maggiore tranquillità e comodità, il suggerimento è ovviamente quello di affidarvi a qualche agenzia specializzata che saprà guidarvi nel modo migliore.

Non vi resta che scegliere uno dei nostri itinerari e augurarvi buon viaggio in India!

Go top