17 marzo 2017

Yangon, viaggio nell’ex capitale birmana

yangon

yangon

Yangon, ex Rangoon, è la ex capitale della Birmania, lo è stata dal 1948 al 2005, dal 2006 la nuova capitale Birmania è Naypyidaw. Sebbene abbia perso lo status di capitale, Yangon, non ha perso il suo fascino e durante un viaggio in Birmania non dovrebbe mai essere tralasciata. La città fu fondata nell’XI secolo dai Mon attorno alla pagoda Shwedagon, da cui prese il nome di Dagon, ed era un piccolo villaggio di pescatori. Divenne Yangon sotto il re Alaungpaya, che la conquistò nel 1755 e grazie a lui la città vide una grande espansione, poi dalla metà dell’800 fu colonizzata dagli inglesi che la ribattezzarono Rangoon e ne fecero un fiorente centro politico e commerciale. Dal 1948 il Myanmar ( ex Birmania ) ottenne l’indipendenza dai britannici e Yangon divenne della Birmania capitale. Il lungo periodo coloniale ha lasciato evidenti tracce nella società e nell’architettura ed ancora oggi la città vive un profondo dualismo.

VIAGGIO NELLA EX CAPITALE DELLA BIRMANIA

Ancora meglio sarebbe scoprire Yangon attraverso il turismo sostenibile, che con i suoi viaggi solidali, offre l’occasione di visitare ogni luogo in maniera approfondita, aggiungendo alle tappe più note realtà minori ma ugualmente affascinanti, come i piccoli villaggi o le tante associazioni che sostengono la propria comunità. Ciò che probabilmente colpisce di più dell’ex capitale Birmania, ma anche di tutto il Myanmar, al di là delle meravigliose pagode e dei panorami, è l’atmosfera rilassata che fa sentire ognuno come a casa e permette di godersi il viaggio in ogni sua sfumatura. L’ospitalità è un concetto molto caro a tutta l’Asia e la Birmania non fa eccezione. Grandi sorrisi e braccia aperte vi daranno il benvenuto in Myanmar.

La città si sviluppa in senso longitudinale perchè limitata dal fiume omonimo ad Ovest e a Sud, e ad Est dal fiume Bago. Si suddivide in 32 circoscrizioni comunali ed ha una popolazione di 5,2 milioni di abitanti.

I luoghi imperdibili di Yangon sono la pagoda Shwedagon, dove viene custodita una ciocca di capelli appartenuta al Buddha, e dalle cui torri (la sua alta cupola arriva all’altezza di 100 metri) è possibile ammirare un incredibile panorama, il Buddha disteso ed il Museo Nazionale, ma passeggiando per le strade dell’ex capitale della Birmania potrete osservare la vita quotidiana dei suoi abitanti, scoprirne le abitudini ed assaporare piatti tipici. Conscious Journeys vi offre tre viaggi solidali in Myanmar: Il meglio del Myanmar, Birmania: trekking, tribù e templi e L’essenza della Birmania e tutti i tour vi permetteranno di visitare l’ex capitale della Birmania. In particolare a Yangon, ai luoghi più celebri aggiunge la visita ad organizzazioni a sostegno della comunità come Pomelo, che dà lavoro ai piccoli produttori, schiacciati dalle regole del mercato internazionale, e li inserisce nel circuito del commercio equo e solidale per permettergli di sostenersi; e Gitameit, un’associazione non-profit che insegna musica tradizionale birmana e crea occasioni per scambi culturali anche all’estero. L’aspetto fondamentale del turismo sostenibile è immergere i viaggiatori quanto più possibile nella cultura locale, scegliendo realtà meno note ma significative, hotel tradizionali, ricchi di fascino, e nell’ex capitale birmana queste realtà sono ancora ben presenti.

La Birmania o Myanmar è un paese tutto da scoprire, ancora poco occidentalizzato e per questo ancora più affascinante. I viaggi solidali offerti dai tour operator di turismo sostenibile, come Conscious Journeys, consentono di vivere a pieno la cultura e l’atmosfera locali, incontrare le persone del luogo e scambiare esperienze, apprendere gli usi ed i costumi tradizionali ed assaporare il cibo locale, senza porre alcun filtro, perchè tutti gli aspetti di un paese narrano la sua storia e debbono essere rispettati. Yangon Birmania

Yangon quando andare

La città di Yangon si trova in una zona tropicale ed è naturalmente soggetta alle piogge dei monsoni da Febbraio a Ottobre. Il periodo migliore per visitarla è infatti da Novembre a Gennaio, ma comunque nei periodi delle piogge, la città si riesce a visitare lo stesso, come con tutte le piogge tropicali.
Le temperature durante l’anno non variano moltissimo, la massima oscilla dai 30° di Agosto ai 37° di Marzo e Aprile. Ciò che cambia molto sono l’umidità e i centimetri di pioggia che cadono. Da 1 cm di Gennaio ai 60 cm di Agosto.

  • yangon
  • yangon
  • yangon
  • yangon
  • yangon

2 comments

  1. Anna Rita Reply 22 settembre 2017 at 10:16

    Buon giorno, siamo un gruppo di 6 persone, vorremmo visitare la Birmania nel periodo fine novembre inizio dicembre… volevamo sapere se organizzate viaggi individuali in questo periodo.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Go top