India

Tamil Nadu

India

Tamil Nadu

India

Tamil Nadu

India

Tamil Nadu

India

Tamil Nadu

India

Tamil Nadu

Tamil Nadu: La terra dei Templi

Viaggio in India – 16 Giorni

Il viaggio Tamil Nadu proposto è ricco ed insolito, progettato per mostrarti i luoghi più straordinari del Tamil Nadusoprannominata la terra dei templi, uno dei 4 stati Dravidici, con oltre 4000 anni di storia. E’ rinomato oltre che per i suoi templi anche per il ricco e variegato patrimonio naturale e culturale: le località collinari di villeggiatura (eredità del colonialismo inglese); i siti di rilevanza storica; le cascate, i parchi nazionali e i meravigliosi paesaggi; la cucina locale; la danza, la musica e le arti tradizionali.
Il viaggio Tamil Nadu permetterà di attraversare lo stato dal Nord all’estremo Sud, esplorando tutte le vecchie capitali India, sia luoghi notoriamente turistici sia spettacolari destinazioni non comprese nei tour tradizionali. L’ obiettivo è immergere il visitatore nell’autentica cultura Indiana, per scoprire l’essenza più profonda di questa terra magica e mistica. È offerta una vasta gamma di attività che consenta di sperimentare l’unicità dell’India del Sud e la sua varietà culturale e naturale.
L’itinerario per la terra dei templi partirà dalla capitale Chennai (prima Madras), con la visita di un luogo insolito come il giardino della Società Teosofica con il suo incredibile albero di Banyan. Qui si visiterà anche una ONG locale che promuove l’istruzione per i bambini delle zone più degradate. Durante tutto il tour si avrà la possibilità di osservare da vicino il lavoro che le organizzazioni locali svolgono a favore degli strati sociali più svantaggiati, con particolare attenzione ai bambini.
Sulla strada per Mahabalipuram, sarà fatta una sosta a Dakshinachitra, una ONG impegnata nella conservazione delle arti, tradizioni e architetture dell’Asia del Sud.
A Pondicherry, si potrà visitare la comunità internazionale di Auroville, con i suoi progetti di energia rinnovabile, agricoltura biologica ecc.
Si proseguirà per Chidambaram, dove sorge l’unico tempio Indiano dedicato a Shiva Nataraja (Shiva danzante). È anche uno dei pochi templi che segue i rituali Vedici, tra cui lo Yajna o sacrificio del fuoco. Si potrà assistere ai rituali del tempio per vivere l’esperienza delle tradizioni religiose locali.
Di seguito si visiterà il tempio Airavateswara di Kumbakonam e il tempio Meenakshi a Madurai. Da qui si raggiungerà l’isola di Rameswaram, uno dei luoghi più sacri di tutta l’India. Qui si potrà interagire con i pescatori e fare un bagno nelle ‘sacre’ acque dell’oceano.
Si proseguirà per Dhanushkodi, il punto più a Sud dell’isola, da dove ammirare il famoso ponte di Adamo che, secondo la mitologia Hindu, sarebbe stato creato da Rama per giungere nello Sri Lanka e salvare sua moglie Sita dal demone Ravana.
Negli ultimi giorni a Manapad, si avrà del tempo libero per esplorare l’antico villaggio di pescatori e rilassarsi sulle meravigliose spiagge, nuotando dell’oceano o provando gli sport acquatici.
L’ultima destinazione sarà Kanyakumari, il punto più a Sud della penisola Indiana e luogo d’incontro di tre mari: Golfo del Bengala, Oceano Indiano e Mare Arabico. Da qui si ammireranno albe e tramonti mozzafiato prima di ripartire.
Leggi il nostro itinerario dettagliato per il viaggio Tamil Nadu.

Itinerario disponibile per:
Viaggio di gruppo
Viaggio Privato (min. 2 persone)
Viaggio di nozze
Viaggi Tamil Nadu India Turismo responsabile e sostenibileViaggi Tamil Nadu India Turismo responsabile e sostenibileViaggi Tamil Nadu India Turismo responsabile e sostenibile

PROGRAMMA DI VIAGGIO

1° GIORNO: arrivo a Chennai

Chennai
Arrivo all’aeroporto di Chennai, incontro con i nostri operatori all’uscita del terminal e trasferimento in albergo per riposare. In tarda mattinata, visita della città. Il tempio Kapaleeshwarar, risalente al VII secolo, è un santuario, situato nell’area di Mylapore; è dedicato a Shiva, con il nome di Arulmigu Kapaleeshwarar. È in stile Dravidico, con la Gopura (torre ornamentale) che sovrasta la strada in cui sorge il tempio.
A Mylapore si trova anche una chiesa romana cattolica, la Basilica di San Tommaso, costruita nel XVI secolo dagli esploratori Portoghesi sul luogo della tomba dell’apostolo di Gesù.
Alle 14, visita ai progetti di BSAC (Bro. Siga Animation Centre) a Kalyanapuram, a Nord di Chennai. BSAC è una ONG locale che si occupa dei bambini delle aree degradate e delle loro comunità, fornendo soprattutto una buona istruzione e formazione professionale.
Pernottamento in albergo. (C)

2° giorno: visita a Dakshinachitra

Chennai – Dakshinachitra- Mamallapuram
Al mattino, visita alla Società Teosofica ad Adayar. Fondata nel 1875, ha sedi in tutto il mondo e ha come obiettivo primario la Fratellanza Universale basata sulla convinzione che la vita, in tutte le sue forme umane e non umane, sia un’Unità indivisibile. Visiterai i meravigliosi giardini, dove si trova uno dei più antichi alberi Banyan dell’Asia, e le attività dell’associazione come il centro per il Social Welfare, l’ostello per ragazzi bisognosi, la biblioteca ecc.
Di seguito, trasferimento a Mahabalipuram. Sosta lungo il tragitto per visitare Dakshinachitra, un centro che si occupa di tenere vive le arti, l’artigianato e l’architettura tradizionale del Sud dell’India. Visita guidata di due ore in tutti i palazzi d’epoca, esplorandone ogni angolo. Possibilità di fare un esperienza diretta di forme di arte o artigianato. Arrivo a Mahabalipuram in serata.
Pernottamento a Mahabalipuram. (C)

3° giorno: visita a Mamallapuram

Mahabalipuram
Dopo la colazione, intera giornata dedicata alla scoperta di Mahabalipuram. Chiamata anche Mamallapuram, la cittadina risale al VII-IX secolo, durante il regno della dinastia Pallava. Gli edifici, quasi tutti ricavati dal granito, sono tra i più antichi esempi di architettura Dravidica. Al mattino visita al tempio sulla spiaggia, la struttura più antica della zona, costruita nell’VIII secolo; ai Pancha Rathas (i 5 carri), 5 strutture piramidali monolitiche affiancate da enormi sculture di animali, tra cui un elefante; al tempio Thirukadalmallai, dedicato a Vishnu, costruito dal re Pallava per proteggere le sculture dall’oceano. Pomeriggio libero per esplorare il villaggio, passeggiare sulla spiaggia o rilassarsi in albergo a bordo piscina.
Pernottamento a Mahabalipuram. (C)

4° giorno: trasferimento a Pondicherry

Mamallapuram- Pondicherry
Trasferimento a Pondicherry. Con il lungomare, le ampie strade, l’evidente lascito culturale e architettonico francese e il popolare Ashram, Puducherry (nome originario) è una città indiana unica nel suo genere. La precedente colonia francese fu fondata all’inizio del XVIII secolo come enclave coloniale, e con il tempo al caratteristico stile indiano fu sovrapposto lo stile francese. Conseguenza ne è la ricchezza culturale e architettonica.
Un tour guidato ti mostrerà le maggiori attrazioni turistiche come l’Ashram fondato da Sri Aurobindo nel 1926 e poi da lui affidato alla sua discepola ‘La Madre’ ; la Chiesa del Sacro Cuore di Gesù e il museo commemorativo Bharti e Bharthidasan. Il distretto di Pondicherry è anche il luogo di nascita di alcune rilevanti personalità come il poeta Subramanya Bharathy e il regista M. Night Shyamalan.
Tempo libero per visitare la città, le spiagge e il lungomare, che è sempre tenuto pulito così da non rovinare la sua affascinante bellezza.
Pernottamento a Pondicherry. (C)

5° giorno: visita ad Auroville

Pondicherry – Auroville – Pondicherry
Al mattino presto, trasferimento ad Auroville. Durante la giornata sarete introdotti alla vita che si svolte in questa città universale fondata nel 1968 e potrete visitare il cuore della cittadina, i giardini di Matrimandir, una meraviglia architettonica moderna con un globo dorato altro 30m con urne a forma di loto alla base. Pranzo al centro per i visitatori.
Di seguito, vi sarà mostrato un altro progetto di Auroville chiamato WELL ossia Women’s Empowerment through Local Livelihood. Avviato nel 2005 come programma di riabilitazione dopo lo tsunami, per fornire un mezzo di sussistenza alternativo alle famiglie delle aree colpite. Il gruppo si è poi gradualmente evoluto in unità autonome che perseguono l’indipendenza finanziaria e che coinvolgono anche i villaggi vicini. I due obiettivi principali dello statuto di WELL sono conferire autonomia e mezzi di sussistenza alle donne e promuovere prodotti creati con materiali riciclati.
Pernottamento a Pondicherry. (C, P)

6° giorno: visita a Pondicherry

Pondicherry
Giornata libera per esplorare la città e fare compere nei tanti mercati.
Pernottamento a Pondicherry. (C)

7° giorno: visita a Chidambaram

Pondicherry – Chidambaram- Kumbakonam
Partenza per Chidambaram. Visita all’interessante progetto di sviluppo della ONG EKTA, che promuove campagne per l’eliminazione della violenza sulle donne e crea luoghi d’incontro per scambiare conoscenze ed esperienze. Fa pressione affinché ci siano politiche maggiormente interessate alle donne. Dal 2007 dispone di una struttura, il Nambikkai centre, in cui ospita 30 ragazze, alle quali viene data la possibilità di studiare, fare sport, imparare un mestiere. Esso funge anche da centro di accoglienza per mamme e bambini in difficoltà. Il pranzo sarà preparato dalle donne del villaggio.
Nel pomeriggio, visita al famoso tempio di Chidambaram, l’unico in India dedicato a Shiva Nataraja o Shiva Danzante.
A seguire, visita al tempio di Gangaikonda Cholapuram a Kumbakonam, il cui nome significa ‘la città dei Chola che catturò il Gange’. Questo devoto villaggio, fu capitale per quasi 250 anni e ancora conserva i resti del regno Chola e strutture architettoniche di immenso valore.
Pernottamento a Kumbakonam. (C, P)

8° giorno: visita a Kumbakonam

Kumbakonam – Dharasuram – Kumbakonam
Visita al villaggio Dharasuram, situato a 3 km da Kumbakonam, noto per il tempio Airavateswara, anche questo costruito sotto la dinastia Chola nel XII secolo. Il tempio è dedicato ad Airavata, l’elefante bianco della mitologia Hindu che trasporta il dio idra. Entrambi i templi sono stati dichiarati patrimonio dell’UNESCO nel 2004 e sono maestosi esempi della maestria architettonica della dinastia. In serata, esibizione tradizionale della danza Bharathanatyam e tipica cena vegetariana.
Pernottamento a Kumbakonam. (C, P)

9° giorno: visita al tempio Tanjavur

Kumbakonam – Thanjavur- Madurai
Trasferimento a Thanjavur, con sosta lungo il tragitto per visitare il tempio Brihadishvara. Conosciuta anche come Tanjore, era una città Chola e acquistò importanza sotto questa dinastia tra l’XI e il XIV secolo. Secondo la leggenda, il nome deriverebbe da Tanjan, nome di un demone asura della mitologia Hindu, che fu ucciso da Vishnu e Sri Anandavalli Amman per aver devastato la zona, ma a cui fu concesso di dare il nome alla città come ultimo desiderio prima di morire. Il tempio fu costruito per volere dell’imperatore Chola Raja Raja e mostra la vivacità dell’architettura indiana. È una meta di pellegrinaggio predilette dai visitatori della città.
Dopo pranzo, trasferimento a Madurai e visita della città e giro turistico per vedere le maggiori attrazioni: il palazzo reale; il tempio Sri Meenakshi, dedicato a Shiva, qui chiamato Sundareshvara, e alla sua consorte Parvati o Meenakshi, che attira molte persone da differenti parti dell’India; il tempio Alagar Koil, dedicato a Vishnu.
Pernottamento a Madurai. (C)

10° giorno: trasferimento a Rameswaram

Madurai- Rameswaram
Al mattino presto, possibilità di visitare il tempio Sri Meenakshi.
Dopo la colazione, trasferimento a Rameshwaram, una piccola isola nel Golfo di Mannar, conosciuta come uno dei maggiori centri di pellegrinaggio. È un luogo ritenuto sacro perché, secondo la mitologia, fu qui che Rama – manifestazione di Vishnu – al ritorno dalla vittoriosa battaglia in Sri Lanka contro il demone Ravana, chiese perdono per l’uccisione compiuta e rese grazie a Shiva per la vittoria.
Visita al tempio Ramanathaswamy, celebre per i suoi magnifici corridoi e i possenti colonne scolpite. Il terzo corridoio è il più lungo del mondo, con ben 1200 colonne.
Possibilità di immergersi nel mare sacro di Agni Thirtam, la spiaggia del tempio.
Pernottamento a Rameshwaram. (C)

11° giorno: visita a Daneshkoodi

Rameswaram
L’isola è nota anche per le splendide e incontaminate spiagge come Olaikuda, Dhanushkodi e Pamban. La prima dista solo 1km dal tempio principale ed è protetta da scogliere di coralli che permettono di godersi il mare in totale sicurezza.
Al mattino, visita dell’antico villaggio di pescatori di Dhanushkodi, situato all’estremità orientale, noto per essere uno dei principali Thirta dell’isola. Il nome significa ‘estremità dell’arco’ ed il riferimento è di nuovo a Rama che con il suo arco avrebbe distrutto il ponte (il ponte di Adamo), usato dal suo esercito per raggiungere lo Sri Lanka e combattere il demone Ravana. Possibilità di fare un bagno nel meraviglioso mare vicino al Ponte di Adamo. Pranzo tradizionale preparato dalla comunità di pescatori del villaggio.
Pernottamento a Rameshwaram. (C, P)

12° giorno: trasferimento a Manapad

Rameswaram-Manapad
Dopo la colazione, trasferimento al villaggio di pescatori cristiano di Manapad (circa 5h). Sosta lungo il tragitto per visitare il tempio Murugan di Trichendur. Manapad è un piccolo paesino circondato su un lato da dune naturali e sugli altri tre da un limpido mare blu. La collina naturale, di origine vulcanica, converge poi nell’oceano.
Il villaggio è anche uno dei luoghi da cui la Cristianità è passata per espandersi in India. Le chiese e i castelli in stile europeo ancora adornano le stradine di questo villaggio costiero. Visita guidata alla scoperta del luogo.
Pernottamento a Manapad. (C, P)

13° giorno: passeggiata in spiaggia a Manapad

Manapad
Intera giornata a Manapad. Possibilità di fare escursioni in barca con i pescatori o di passeggiare sulla spiaggia. Visita alla cooperativa femminile che produce artigianato con le foglie di palma. Giovani formati dai gestori del resort potranno mostrarvi vari sport acquatici, come il surf o la canoa. In alternativa, potrete esaminare le tante incontaminate spiagge e lagune e scegliere la vostra preferita, dove fermarvi per nuotare lontano da tutti.
Pernottamento a Manapad. (C, P, C)

14° giorno: trasferimento a Kanyakumari

Manapad- Kanyakumari
Al mattino, trasferimento a Kanyakumari. Precedentemente chiamata Cape Comorin, Kanyakumari si trova all’estremo Sud della penisola Indiana ed è il luogo d’incontro di tre mari: Golfo del Bengala, Oceano Indiano e Mare Arabico. Il nome deriva dalla dea Kumari Amman, cui è dedicato un tempio sulla spiaggia. Secondo la mitologia Hindu, Devi Kanya Kumari, una manifestazione della dea Parvati, doveva sposare Shiva ma lui non si presentò il giorno del matrimonio, così il riso e il grado preparati per la cerimonia, con il tempo, divennero sassolini e tutti possono vederli e toccarli ancora oggi, passeggiando sulla spiaggia. Altro luogo d’interesse è la lapide commemorativa di Vivekananda.
Pernottamento a Kanyakumari. (C)

15° giorno: relax a Kovalam beach

Kanyakumari-Kovalam beach
Dopo la colazione, trasferimento Kovalam Beach in Kerala (2h e mezza). Giorno libero per rilassarsi in spiaggia e fare shopping nei negozi di artigianato tipico.
Pernottamento a Kovalam Beach.

16° giorno: partenza da Trivandrum

Kovalam beach-Trivandrum airport
Trasferimento a Trivandrum e partenza con volo internazionale.

ATTIVITÀ

  • visitare i maestosi e bellissimi templi del Tamil Nadu
  • vedere uno dei più grandi alberi di Banyan al mondo nei giardini della Società Teosofica
  • visitare i progetti dedicati ai bambini a Chennai e Chidambaram
  • scoprire le architetture tradizionali, l’artigianato e la cultura del Sud dell’India a Dakshinachitra
  • conoscere la comunità internazionale di Auroville e i suoi progetti per la sostenibilità
  • esplorare l’ex colonia francese di Pondicherry
  • fare un giro in barca nella foresta di mangrovie di Pichavaram
  • assistere alla cerimonia dell’Aarti Puja al tempio Nataraja di Chidambaram
  • assistere ad un’esibizione di danza Bharathanatyam a Kumbakonam
  • interagire con le comunità di pescatori a Rameswaram
  • immergersi nelle ‘sacre’ e trasparenti acque di Rameswaram e Daneshkoodi
  • passeggiare sulla splendida e deserta spiaggia di Manapad
  • nuotare nel mare calmo e limpido di Manapad o provare il surf
  • giungere in barca al monumento commemorativo di Vivekananda a Kanyakumari
  • visitare siti turistici storici e archeologici

RICHIEDI INFORMAZIONI









Il tuo messaggio (richiesto)

Vuoi iscriverti alla nostra Newsletter? (richiesto)

Termini e Condizioni
Desideriamo farti sapere come conserveremo i tuoi dati, per quanto tempo e per quali finalità. Potrai in ogni momento visionare e richiedere la loro cancellazione. Consulta la nostra Informativa sulla Privacy
Acconsento alla vostra Informativa sulla Privacy

IMPATTO SOCIALE ED AMBIENTALE

Tutto l’itinerario è studiato in modo da apportare benefici diretti o indiretti alle comunità locali, alla tutela dell’ambiente e alla protezione del patrimonio culturale. Laddove possibile, abbiamo selezionato alloggi tradizionali sensibili alle questioni sociali e ambientali, secondo i criteri che guidano il turismo responsabile.

In particolare gli INDeco resort Mahabalipuram e Swamimalai e il resord a Manapad, sono stati creati con la precisa intenzione di creare una fonte di finanziamento per lo sviluppo sociale, culturale ed economico delle aree rurali in cui sorgono. Una delle prerogative fondamentali è che questi hotel si sviluppino tenendo sempre presente il contesto preesistente dei villaggi, con la loro cultura, le tradizioni, lo stile di vita, le abitudini e soprattutto i talenti e le conoscenze. L’INDeco Swamimalai sorge proprio in un antico villaggio ed è l’unica struttura in India ad aver vinto il Global Eco Tourism Award. Il gruppo INDeco si occupa di restaurare le proprietà storiche dell’India per preservarle e valorizzare così il patrimonio culturale del paese. Il restauro ha dato un nuovo significato alla parola ospitalità, trasformando i soggiorni in esperienze uniche, che mostrano l’India più autentica e promuovono opportunità lavorative per i giovani locali.
Anche il resort di Manapad supporta diverse iniziative a favore dei giovani del villaggio, facendoli lavorare come guide o istruttori di sport acquatici, così da garantirgli una fonte di reddito.
Molte delle attività e delle visite comprese nel tour, permetteranno di conoscere la cultura del luogo e gli interventi intrapresi in favore delle comunità emarginate. Una particolare attenzione è dedicata alla promozione dell’istruzione e dei diritti dei bambini e alle attività per la tutela dell’ambiente e per la promozione di mezzi di sussistenza alternativi per le comunità locali.
Ne sono un esempio i pescatori della Biosfera del golfo di Mannar.
A Chennai, visiterete BSAC (Bro. Siga Animation Centre), una ONG locale molto attiva, che punta a garantire un’adeguata istruzione per i bambini delle classi sociali più disagiate e una formazione professionale per i giovani, a cui sono impartire capacità gestionali, così da renderli idonei al mondo del lavoro. Grazie a questa visita, potrai capire le dinamiche locali e renderti conto del dramma dei bambini che vivono nelle aree più degradate della capitale del Tamil Nadu. Qui visiterai anche la Società Teosofica, che gestisce un centro per il sussidio sociale per bambini, un ostello per ragazzi e una scuola superiore.
Sulla strada per Mahabalipuram, visiterai Dakshinachitra, una ONG che lavora per preservare le arti e l’artigianato tradizionali. Il nome significa ‘un’immagine del sud’ ed infatti si tratta di un museo vivente in cui si incrociano arti, architettura, stili di vita e artigianato tipici del Sud dell’India. E’ possibile visitare 18 edifici storici, provenienti da diverse aree del paese, che sono stati salvati dalla demolizione, interagire con gli artigiani locali e assistere ad esibizioni teatrali e danze tradizionali.
A Pondicherry, conoscerai la città internazionale di Auroville, scoprendo gli innovativi progetti di sviluppo sostenibile: dall’agricoltura biologia all’iniziativa del WELL (Women’s Empowerment through Local Livelihood). È possibile vivere un’esperienza diretta di agricoltura biologica, con l’aiuto dei membri di Auroville.
Nei dintorni di Chidambaram, ti mostreremo un’altra ONG, EKTA, che lavora per sostenere i diritti delle donne; nel loro centro di accoglienza Nambikkai, avrai la possibilità di interagire con le donne ospitate.Visitando il villaggio locale potrai conoscere i tradizionali pescatori di gamberetti.
Sia a Manapad che a Kanyakumari le barche che useremo appartengono alle comunità locali, che riceveranno un equo compenso.
A Rameshwaram, un gruppo di donne localì ti offrirà un pranzo tradizionale a base di ‘meen curry’ (curry di pesce) nel villaggio di Daneshkodi e avrai l’opportunità di osservare la vita dei pescatori tradizionali.

Inoltre, con un contributo di 70 euro potrai sostenere lo sviluppo di progetti a favore di una delle comunità tribali più emarginate dell’India, la comunità Kattunayakan del distretto di Nilgiri negli stati di Tamil Nadu e Kerala. I progetti a sostegno di tali tribù si concentrano su due aspetti principali: la tutela della diversità biologica e culturale e la promozione dell’istruzione regolare per i bambini della comunità.

TAMIL NADU

CONSIGLI PER LA PARTENZA

Si consiglia di tenere una condotta che rispetti la cultura locale, al fine di evitare qualsiasi problema o difficoltà durante il viaggio. In particolare, si sconsiglia di adottare comportamenti troppo affettuosi in pubblico, come baci o abbracci, perché tale atteggiamento non è ben visto.

E’ preferibile tenere un abbigliamento consono per due motivi: evitare di ferire le persone del luogo e proteggersi dalle condizioni climatiche instabili. Inoltre, c’è il problema delle zanzare; si consiglia di tenere braccia e gambe coperte e di portare con sé dei repellenti per insetti, soprattutto durante i giri in barca.

Il fuso orario dell’India è GTM/UTC +5.30, dunque anche il jet lag potrebbe creare fastidi. Impostare il proprio orologio sull’ora indiana ancor prima dell’arrivo può essere utile; così come mangiare e dormire secondo l’ora locale. In caso di arrivo in India di mattina, sforzarsi di rimanere svegli aiuterà il proprio orologio interno a resettarsi.

Un approccio consapevole ai viaggi richiede una considerevole capacità e volontà di adattamento alla cultura e all’ambiente locali. Se desideri viaggiare con noi, ti chiediamo di avere un atteggiamento di completa apertura verso la cultura, la religione e le tradizioni del posto, dimenticando qualsiasi pregiudizio o idea preesistente, derivanti dal nostro modo occidentale di pensare. Guardare il Tamil Nadu con occhi nuovi, con pazienza e apertura, ti permetterà di vedere l’autentica essenza del patrimonio culturale dell’India del Sud attraverso i luoghi e le persone che incontrerai.
Compiuto questo piccolo sforzo, riuscirai a godere davvero della bellezza di una cultura totalmente differente, della meraviglia della natura, della solennità di templi e palazzi Dravidici, della sacralità delle acque degli infiniti fiumi che fluiscono attraverso questa terra magica.

HOTELS

Abbiamo selezionato tradizionali e bellissimi alberghi d’epoca con servizi eccellenti per tutta la durata del tour. Per tutti gli alberghi è stata fatta una selezione scrupolosa, in base ai criteri di impatto sociale ed ambientale.
Le sistemazioni a Manapad e Rameshwaram, essendo insolite mete turistiche, sono più modeste (a Manapad è disponibile un unico palazzo d’epoca per scopi turistici, con bagni esterni alle stanze).

TRASPORTI

Saranno utilizzate auto private o mini-bus forniti di AC, in base al numero di partecipanti, per tutti gli spostamenti da Chennai a Trivandrum; passeggiata in bicicletta ad Auroville; giro in barca a Manapad e Kanyakumari.

INDIA QUANDO ANDARE

Nel Tamil Nadu, il clima è sostanzialmete tropicale. Le temperature più alte, oltre i 40° C, si registrano da Aprile a Giugno. Il periodo più freddo è tra Dicembre e Gennaio, ma in particolare sulle zone collinari, dove la temperatura può arrivare ai 5° C durante la notte. La stagione piovosa dei monsoni va da Ottobre alla fine di Dicembre. Il periodi migliori sono quelli tra Luglio e Settembre e tra Gennaio e Marzo. A Gennaio si può vedere anche il Festival di Pongal.

RECENSIONI DI VIAGGIO

“Viaggiare attraverso il Tamil Nadu è stata una magica esperienza per il nostro piccolo gruppo di quattro persone. Ci siamo divertiti tantissimo e siamo stati meravigliosamente accuditi da Conscious Journeys che ci ha mostrato il meglio del paese e la sua cultura e ci ha fornito tutto ciò che potevamo desiderare. Grazie per questa fantastica avventura. Oh quasi dimenticavo di ringraziare la nostra guida Daniela e l’autista Mujeeb che hanno reso il viaggio perfetto!”
Federica Barbera, 2014

“Un viaggio grandioso…non sarei stato in grado di organizzare un viaggio simile autonomamente, nonostante io sia un esperto viaggiatore indipendente”
Luca Paolini, 2014

“Quando ho iniziato questo viaggio alla scoperta dei templi sacri e delle genti del Tamil Nadu, non mi sarei mai aspettata di vivere un’esperienza così forte e significativa. Questo è successo grazie alla presenza della nostra guida, Daniela, una persona così immersa in questa cultura da coinvolgerti profondamente…e il suo amore per l’India è divenuto anche il nostro amore… Questi pochi giorni dopo il rientro in Italia sono stati utili per fissare le impressioni, i sentimenti e le emozioni di questo magnifico viaggio, condiviso con tre eccezionali compagni e un’indimenticabile guida…Anche le sensibili iniziative mostrateci hanno lasciato un segno profondo e resteranno nel mio cuore a lungo”
Maria Anna Nicastro, 2014

NEWSLETTER




Go top