Maldive

maldive

La Repubblica delle Maldive è uno stato insulare situato nell’Oceano Indiano a sud-est dell’India e composto da un gruppo di atolli. La lingua ufficiale è il maldiviano e la capitale è Malè
I reperti archeologici ritrovati alle Maldive risalgono ad epoche successive al 1500 a.C. e ciò fa pensare che prima di quel periodo le isole fossero disabitate. La popolazione odierna discende dalle popolazioni di religione buddhista migrate dall’India del sud e dallo Sri Lanka attorno al IV e V secolo. Grazie alla loro posizione strategica, le Maldive divennero un importante punto di scalo per i commercianti arabi, che esercitarono una forte influenza culturale sulla popolazione ed a partire dall’XI secolo si avviò una graduale conversione all’Islam. Nel 1153 le Maldive divennero ufficialmente un sultanato. Ancora oggi le Maldive restano un paese molto religioso e dal 2008 la costituzione stabilisce che ‘un non-musulmano non può diventare un cittadino delle Maldive’. Durante il periodo coloniale gli europei cominciarono a minacciare le Maldive. I primi a conquistarle furono i Portoghesi, che vi stabilirono un insediamento nel 1558. Essi furono poi scacciati dagli arabi nel 1572 e il sultanato rimase indipendente fino al 1887, quando divenne un protettorato britannico. Durante la seconda guerra mondiale la marina britannica trasse grande vantaggio dalla posizione strategica delle Maldive. Nel 1953 ci fu un tentativo di stabilire un sistema repubblicano, ma non ebvbe successo. Negli anni ’60 si formò uno stato separatista la ‘Repubblica Unita di Suradiva’, che comprendeva gli atolli Suradiva, Addu e Gan ed altri isolotti minori. Già nel 1963 fu però riassorbita. L’indipendenza dal Regno Unito giunse nel 1965, così come l’ingresso nell’ONU, e nel 1968 il sultanato si trasformò in una repubblica presidenziale. Il presidente Maumoon Abdul Gayoom, che ha governato dal 1878 al 2008, fece sua una politica totalitaria, esercitanto un controllo rigoroso sull’informazione e quasi annullando i movimenti di opposizione. Ci furono ben due tentaviti di colpo di stato, nel 1980 e nel 1983, ma entrambi fallirono. Nel 1988 ci fu un golpe, anch’esso di breve durata. In un rapporto del 2003 Amnesty International denunciò le violazioni dei diritti umani perpetrate dal regime di Gayoom. In risposta il presidente annunciò riforme del sistema giudiziario e dei poteri del parlamento. Ancora nel 2004 una manifestazione per la liberazione dei prigionieri politici fu dispersa dalle forze dell’ordine, ma dal 2008 il partito democratico prese il potere e cercò di avviare un processo di modernizzazione del paese. Ci furono diverse riforme sulla libertà di espressione, sul rispetto dei diritti umani, sul sistema carcerario. Uno dei successi del primo governo democratico del paese è stata, senza dubbio, la trasformazione dell’economia maldiviana nella prima economia verde del mondo: nessun utilizzo di energia fossile, ma solo di energie pulite basate sul vento, sul sole e su piccole quantità di biodiesel. Importanti sono state anche le politiche di tutela ambientale e della biodiversità della barriera corallina. Quando nel 2012 si parlò di possibili riforme che avrebbero abolito la preminenza della religione islamica nella costituzione, i sostenitori del passator egime, le forze di polizia ed i movimenti islamici misero in atto un colpo di stato. Nel febbraio 2012 gli USA riconobbero il governo golpista, guidato da Mohamed Waheed Hassan Manik. L’attuale presidente è Abdulla Yameen Abdul Gaymoon, fratellastro dell’ex dittatore, che vinse le elezioni al ballottaggio nel 2013.

Maldive cartina

viaggio maldive

I viaggi proposti da Conscious Journeys vi consentiranno di visitare queste isole paradisiache ed al tempo stesso di effettuare una vacanza ecologica ed eco sostenibile. Tutti i soggiorni alle isole Maldive seguono criteri di eco sostenibilità, scegliendo soluzioni a basso impatto ambientale. L’Eco-resort 4 stelle che ospita i viaggiatori rispetta i principi cicloturismo, quali sostenibilità, conservazione e coinvolgimento delle comunità locali nelle loro iniziative. I soggiorni si svolgeranno sull’isola di Hanimaadhoo e qui si avrà modo di scoprire la cultura maldiviana e di incontrare gli abitanti locali. Alle meraviglie naturali che queste isole hanno da offrire, saranno aggiunte attività culturali che renderanno il viaggio davvero indimenticabile.

maldive

MALDIVE SOSTENIBILI
Durata: 8 Giorni

Le Maldive sono cambiate e le lussuose isole private non sono più l’unica soluzione, ora è possibile offrire le Maldive sostenibili agli eco-viaggiatori.

Ideale per: Viaggio Privato

SRI LANKA E MALDIVE
Durata: 16 Giorni

Questo tour vi mostrerà la maestosa natura, la ricca cultura e le splendide spiagge dello Sri Lanka e delle Maldive, per un viaggio unico.

Ideale per: Viaggio PrivatoViaggio di Nozze

maldive

INDIA E MALDIVE
Durata: 18 Giorni

L’itinerario è pensato per un indimenticabile viaggio alla scoperta dell’India del sud, combinata ad una delle isole paradisiache delle Maldive.

Ideale per: Viaggio PrivatoViaggio di Nozze

destinazioni principali

Malè: è la capitale dell’arcipelago ed una delle più piccole del mondo, trovandosi su un isola di soli 2 kmq. Nonostante le sue piccole dimensioni, la città ospita un quarto dell’intera popolazione delle Maldive. A differenza delle altre isole, a Malè si trovano alti palazzi e strade asfaltate, uffici e boutique. Qui non ci sono spiagge ed è infatti utilizzata spesso solo come scalo, per poi proseguire verso gli atolli più piccoli e selvaggi.
Hanimaadhoo: paradisiaco isolotto nel Nord delle Maldive, che ospita anche uno dei pochi aeroporti domestici dell’arcipelago ed un osservatorio meteorologico.

cucina maldive

Ingredienti principali sono il pesce ed il riso, carne e pollo sono invece utilizzati solo in occasioni particolari. La bevanda locale è il raa, un vino di palma dolce. Ed eccezione del cocco, la maggior parte della frutta e della verdura sono importate.
Mas huni: piatto tipico a base di pesce che viene servito a colazione assieme a riso bianco o al Roshi, pane non lievitato simile alle nostre piadine. Esiste in diverse varianti, ma gli ingredienti immancabili sono il tonno, la cipolla ed il cocco, spesso accompagnati con peperoni, pomodori ed una pianta aromatica locale, chiamata Hikandhi.
Geri riha: specialità molto speziata a base di curry e manzo, cucinato con latte di cocco.
Chichandaa satani: un piatto molto originale a base di pelle di serpente, cipolla, peperoncino, succo di limone e latte di cocco.
Kandumahu mussanmaa: fagottini ripieni di tonno avvolti in foglie di palma ed insaporiti con curry e cocco, un piatto che unisce i sapori dell’oceano al gusto speziato tanto amato dai maldiviani.
Kaliyaa Birinjee: piatto tipico nelle case dei pescatori, composto da riso patna condito con cipolla, aglio e spezie come cannella, semi di finocchio, zenzero e cardamomo.
Raiymahu riha: è una zuppa di dentice molto saporita e piccante. Partendo da un soffritto di aglio, cipolla e curry, si aggiungono poi il pesce intero (compresa la testa), il latte di cocco e dell’acqua. La zuppa che ne risulta è profumata e molto gustosa.
Theluli mas: frittura tipica a base di tonno.
Kukulhu bis riha: piatto unico con un delizioso sapore esotico. Si tratta di pollo, uova, patate e crema di cocco, il tutto insaporito dal curry.

  • roshi
  • mas huni
  • chicken curry

informazioni utili

Come arrivare
Passaporto: necessario con validità residua di almeno 6 mesi. A partire da gennaio 2016 è necessario possedere un passaporto elettronico con microprocessore.
Visto d’ingresso: obbligatorio, è di 30 giorni ed è concesso direttamente in aeroporto al momento dell’ingresso nel Paese. È possibile estendere il visto per altri 60 giorni, per una durata massima di 90 giorni. È necessario compilare un modulo e presentare due fototessere all’autorità locale Ufficio Immigrazione entro i 30 giorni dall’arrivo. In caso si viaggi senza affidarsi ad un tour operator, è richiesta una prenotazione confermata presso una delle strutture alberghiere.
Aeroporto Internazionale: Malè

Meteo Maldive
Il clima delle Maldive è tropicale- monsonico con temperature che in media oscillano tra i 27° ed i 35°C. Arcipelago è colpito da due monsoni: uno proveniente da Sud-Ovest tra maggio ed ottobre, che colpisce principalmente il Nord; uno proveniente da Nord-Est tra novembre ed aprile, che colpisce la zona centrale. In questi periodi si verificano frequenti piogge. Dunque alla domanda Maldive quando andare si può rispondere che il periodo migliore per visitare queste isole va da dicembre a Maggio.

Fuso orario
+4h rispetto all’Italia, +3h quando vige l’ora legale.

Valuta
Rufiyaa delle Maldive, il tasso di cambio è di circa 1euro= 18 Rufiyaa, ma in tutti i Maldive Resort e nelle maggiori isole potrete pagare tranquillamente con le maggiori valute internazionali e con carta di credito.

Maldive viaggiare sicuri
Vaccinazioni obbligatorie: è obbligatoria solo la vaccinazione contro la febbre gialla per tutti i viaggiatori di età superiore ad un anno che provengano da Paesi a rischio o che abbiano transitato per più di 12 in aeroporti dei suddetti paesi.
In generale nelle zone frequentate dai turisti non sono presenti malattie endemiche e nelle grandi strutture alberghiere vengono adottate le normali misure igieniche. Le strutture sanitarie delle Maldive non sono, però, paragonabili a quelle europee e risultano inadeguate in caso di emergenze. Si raccomanda ai viaggiatori di stipulare prima della partenza una assicurazione medica che copra non solo le eventuali spese mediche, ma anche il rimpatrio aereo sanitario o il trasferimento in un altro paese. Si consiglia inoltre di: portare con sé dei medicinali di prima necessità; consumare acqua e bevande in bottiglia o lattina, evitando l’aggiunta di ghiaccio, ricordando che nelle zone tropicali è bene bere 3-4 litri di acqua al giorno per evitare il rischio di disidratazione; proteggersi con creme solari ad alto schermo e dagli insetti con prodotti specifici.
Per maggiori informazioni visita il sito di viaggiare sicuri della Farnesina.

Ambasciata d’Italia
Non è presente un’ambasciata italiana nelle Maldive, l’Ambasciata competente è quella di Colombo, Sri Lanka:
55, Jawatta Road – Colombo 5
Tel.  0094.11.2588388 ;  0094.11. 2508418;  
Fax  0094.11.2588622 (sez. consolare), o 0094.11.2596344 (segreteria)
Cellulare del funzionario di turno, solo per emergenze: 0094.777.488688 
E-mail: ambasciata.colombo@esteri.it 

Go top