India

Il pellegrinaggio del Kumbh Mela

India

Il pellegrinaggio del Kumbh Mela

India

Il pellegrinaggio del Kumbh Mela

India

Il pellegrinaggio del Kumbh Mela

Il pellegrinaggio del Kumbh Mela

Viaggio in India – 13 giorni

Il Kumbh Mela è un epico pellegrinaggio induista, nel quale i fedeli si ritrovano in massa, ogni tre anni, per immergersi in un fiume sacro. La sede dove ha luogo la cerimonia varia sempre in base alla posizione astrale di Giove e del Sole. Le origini di questo pellegrinaggio si perdono nella leggenda e nella mitologia induista. Demoni e dei si contendevano il Kumbh, l’Urna Sacra che racchiudeva l’Amritha, il nettare dell’immortalità. Ad avere la meglio fu il dio Jayanta, che tramutandosi in corvo riuscì a sottrarla e poi a fuggire. Inseguito dai demoni si fermò per riposare 4 volte sulla terra e ad ogni sua sosta, alcune gocce di Amritha uscirono dal vaso bagnando il suolo e si narra che da queste gocce nacquero le 4 città sacre. Probabilmente il Kumbh Mela è una delle cerimonie induiste più famose al mondo, sicuramente l’evento più popoloso del pianeta, perchè dura diverse settimane e partecipano complessivamente milioni di persone.

Questo itinerario è stato ideato in maniera speciale per permettere di partecipare al Kumbh Mela. L’itinerario consente di visitare le principali attrazioni turistiche dell’India del nord e i migliori progetti di turismo responsabile racchiusi in un unico tour. L’itinerario vi travolgerà facendovi immergere tra le meraviglie architettoniche, il fortissimo senso religioso, la varietà umana e culturale, condensando la magia di un’avventura indiana in un viaggio introspettivo, dal quale spesso si ritorna diversi. Il viaggio inizierà con la visita della capitale Nuova Delhi, in particolare della città vecchia, e sarete accompagnati da giovani guide di una ONG locale che recupera bambini di strada fornendogli istruzione, lavoro e accesso ai servizi sanitari. Il viaggio prosegue con la città di Nawalgarh, una zona poco turistica, ma che con le sue Haveli raffinate, un bazar colorato e l’eco-lodge vi stupirà. Proseguirete il viaggio verso Jaipur, la famosa città rosa e capitale del Rajasthan, per poi dirigervi verso la città di Agra, e dedicarvi alla visita del suo celebre mausoleo, il Taj Mahal. Da Agra vi trasferirete verso Lucknow, dove avrete la possibilità di visitare la colossale tomba di Bara Imambara costruita nel 1784 da Asaf-ud-Daula, un Nawab e il Bhul-bhulaya ovvero un labirinto pieno di corridoi, stanze, passaggi segreti, con alcuni di questi a fondo cieco. Da Lucknow vi sposterete a Prayag (l’attuale Allahâbâd) per immergersi nel luogo di confluenza delle acque dei fiumi Gange, Yamuna e il mitico sotterraneo Saraswati per assistere all’evento del Kumbh Mela, la più importante, incredibile, ed indescrivibile festa religiosa induista. Avrete la possibilità di assistere a questa celebrazione durante la festività del Maghi Purnima, un momento importante nelle celebrazioni ma un po’ meno affollato rispetto ai 3 bagni reali, Shahi Snan, Makar Sakranti, Mauni Amawasya e Basant Panchami. Durante questa occasione non sarà presente una processione reale di Akharas o di Sadhu Naga, ma sarà molto più agevole e ugualmente propizio incontrare ed interagire con i Sadhu e le guide spirituali. Il tour si conclude con la tappa alla città sacra di Varanasi, sulle sponde del fiume sacro Gange, che è considerata la dimora del dio Shiva. È anche uno degli Shakti Peethas (luoghi di venerazione della dea Shakti) e ospita uno dei dodici Jyotirlinga (santuari in onore di Shiva) dell’India, il che la rende uno dei fondamentali luoghi di pellegrinaggio per gli Induisti. La città ha anche una importante rilevanza storica, con i suoi 3000 anni, è una delle città più antiche del mondo. La seta prodotta qui è famosa in tutto il mondo, in quanto all’interno del complesso intreccio del tessuto sono inseriti fili d’oro e d’argento: acquisto immancabile per gli amanti dello shopping e al contempo bene di grande valore artistico. Il viaggio si concluderà l’ultimo giorno con un giro in barca sul fiume Gange, godendo del bellissimo tramonto, per rendere omaggio a questa gloriosa divinità, grazie al quale le esperienze vissute saranno indimenticabili.

Itinerario disponibile per:
Viaggio di gruppo
Viaggio Privato (min. 2 persone)
Viaggio di nozze
  • kumbh mela
  • kumbh mela
  • kumbh mela

PROGRAMMA DI VIAGGIO

1° GIORNO: DELHI

Arrivo all’aeroporto di Nuova Delhi, incontro con i nostri operatori all’uscita del terminal e trasporto in albergo. Nel pomeriggio, tour guidato del quartiere di Lutyens, giro in auto per vedere il Palazzo del Parlamento, il Palazzo Presidenziale e l’India Gate. Visita del famoso Mausoleo di Humayun, una meraviglia architettonica. Il tour cittadino termina al complesso di Qutb, con la visita al Qutb Minar, con i suoi 5 piani e 72m di altezza, e alla Colonna di Ferro. Ritorno in albergo. Pernottamento a Nuova Delhi.

2° GIORNO: DELHI – NAWALGARH

Al mattino (ore 10), visita al quartiere povero di Paharganj, nella Vecchia Delhi, guidati dai giovani della ONG Salaam Balaak Trust, che salva i ragazzi dalla strada, li istruisce e li forma professionalmente. I percorsi di City Walk mirano a portare alla luce la tragica realtà dei bambini di strada e a mostrare il mondo dalla loro prospettiva. La passeggiata si svolge nel quartiere di Paharganj e nelle zone attorno alla stazione ferroviaria, accompagnati da un ex bambino di strada che è stato aiutato dalla ONG e oggi ha un’occupazione. Si ha così l’occasione unica di visitare la città con guide d’eccezione. Nel pomeriggio Trasferimento in auto a Nawalgarh (circa 5), nella regione Sekhawati del Rajasthan, dove potrete passeggiare e visitare qualcuna delle 200 Haveli, le antiche e sontuose dimore indiane, presenti a Nawalgarh. I meravigliosi affreschi delle Haveli sono delle vere opere d’arte. Pernottamento a Nawalgarh. (C)

3°GIORNO: NAWALGARH

Dopo la colazione partenza alla scoperta di Nawalgarh e delle sue Haveli (case tradizionali) più belle. Pranzo libero e in seguito nel pomeriggio escursione a dorso di cammello attraverso la campagna dei dintorni di Nawalgarh fino a Dundlod. Visita del villaggio e rientro in hotel. In serata cena accompagnata da un piccolo concerto di musica classica indiana da parte di musicisti locali. Pernottamento a Nawalgarh (C, C).

4° GIORNO: NAWALGARH – JAIPUR

Dopo colazione, si terrà una lezione di cucina da un membro della famiglia dell’eco-lodge e preparazione del pranzo. Nel pomeriggio trasferimento in auto a Jaipur (circa 3h e mezza), la più grande città del Rajasthan e simbolo di magnificenza ed abbondanza. Fondata nel 1727 da Jai Singh II, fu la prima città indiana con planimetria reticolare. Capitale sotto il regno del clan Kachwaha, la città è una destinazione turistica ideale. Pernottamento a Jaipur (C, P).

5°GIORNO: JAIPUR

Dopo la colazione, visita all’ Hawa Mahal lungo la strada per Amber Fort. Trasporto in jeep al castello. Dopo pranzo, visita al museo Anokhi, che mostra quanto l’artigianato giochi un ruolo indispensabile nell’economia rurale dell’India. Nel pomeriggio, visita al Palazzo Reale e alla città antica; luoghi ricchi di fascino, cultura e architetture, con le splendide fortezze, i maestosi palazzi, i tranquilli templi e le bellissime Haveli (antiche residenze signorili). Un raffinato artigianato e una spettacolare tradizione orafa, accrescono l’unicità della ‘città rosa’. I lussureggianti giardini e le aiuole fiorite aggiungono serenità al paesaggio. Tutti insieme questi ingredienti creano un ambiente pittoresco che ammalia i visitatori. Passeggiare lungo le strade di questa singolare città rende più facile la comprensione della storia locale. Pernottamento a Jaipur. (C)

6° GIORNO: JAIPUR – AGRA

Dopo colazione trasferimento ad Agra via autostrada (circa 4h). Arrivo a Agra intorno di pranzo. Pranzo a Sheroes hangout café, piccolo ristorante sostenuto da un ONG locale in favore delle donne vittime di attacchi con l’acido. Dopo pranzo al Taj Mahal (chiuso il venerdì), uno dei monumenti più famosi e visitati dell’India, costruito per volere dell’imperatore Mughal Shahjahan in memoria dell’amata moglie Mumtaz Mahal. L’imponente edificio in marmo bianco è oggi un simbolo universale di amore e romanticismo ed è anche una delle sette meraviglie del mondo. Fu costruito nel 1653, data simbolicamente riportata nei 16 giardini e 53 fontane presenti; richiese 16 anni di lavoro e l’impegno di migliaia di artigiani. Pernottamento a Agra (C, P)

7° GIORNO: AGRA- LUCKNOW

In mattinata trasferimento in auto verso Lucknow (circa 5 ore). Trasferimento in hotel per il check in. In seguito visita della colossale tomba di Bara Imambara costruita nel 1784 da Asaf-ud-Daula, un Nawab; il titolo Nawab o Nababbo (in italiano indica una persona particolarmente ricca e benestante) era in origine attribuita ad un governatore o un vicerè divenne poi un’alta titolatura attribuita a nobili musulmani. Successivamente visiteremo il Bhul-bhulaya ovvero un labirinto pieno di corridoi, stanze, passaggi con alcuni di questi a fondo cieco. Pernottamento a Lucknow (C)

8° GIORNO: TRASFERIMENTO A ALLAHABAD

Dopo colazione trasferimento a Allahabad (circa 5 ore). Check in in hotel o campo tendato. Pomeriggio a disposizione per un primo contatto con il raduno induista del Kumbh Mela. Allahabad l’antichissima città santa di Prayag è sempre stata considerata un centro di cultura e religione durante i numerosi millenni della storia indiana, e come tale fu presa particolarmente di mira dagli invasori musulmani sudditi dell’imperatore Akbar, che ne trasformarono addirittura il nome in Allahabad (“la città di Allah). Pernottamento ad Allahabad (C, P, C).

9° GIORNO: ARDH KUMBH MELA ALLAHABAD

Al mattino (ore 10), visita al quartiere povero di Paharganj, nella Vecchia Delhi, guidati dai giovani della ONG Salaam Balaak Trust, che salva i ragazzi dalla strada, li istruisce e li forma professionalmente. I percorsi di City Walk mirano a portare alla luce la tragica realtà dei bambini di strada e a mostrare il mondo dalla loro prospettiva. La passeggiata si svolge nel quartiere di Paharganj e nelle zone attorno alla stazione ferroviaria, accompagnati da un ex bambino di strada che è stato aiutato dalla ONG e oggi ha un’occupazione. Si ha così l’occasione unica di visitare la città con guide d’eccezione. Nel pomeriggio Trasferimento in auto a Nawalgarh (circa 5), nella regione Sekhawati del Rajasthan, dove potrete passeggiare e visitare qualcuna delle 200 Haveli, le antiche e sontuose dimore indiane, presenti a Nawalgarh. I meravigliosi affreschi delle Haveli sono delle vere opere d’arte. Pernottamento a Nawalgarh. (C)

10° GIORNO: ARDH KUMBH MELA ALLAHABAD

Questi due giorni saranno dedicati alla partecipazione a quello che è considerato il più grande raduno religioso sulla terra, il Kumbh Mela, che si celebra ogni tre anni a rotazione nelle città sacre di Allahabad, Haridwar, Ujjain e Nasik. Durante i giorni stabiliti dai brahmini consultando il calendario lunare indiano, migliaia di pellegrini induisti si recano sulle rive del sangam, luogo mitico dove le acque dei tre fiumi sacri dell’India del Nord (Ganga, Yamuna e Saraswati) si incontrano, per compiere il rito. Da gennaio a marzo del 2019 l’Ardh Kumbh Mela si terrà Allahabad, dove si riuniranno lunghe le rive dei fiumi fedeli e pellegrini per purificarsi da tutti i peccati facendo un tuffo/ bagno (snan) nelle sacre acque e raggiungono la liberazione (Moksha). Famiglie, giovani, vecchi, bambini di tutta l’India, di tutte le caste, poveri e ricchi, accorreranno e si riuniranno per partecipare. L’evento porterà anche sadhu, sacerdoti, asceti fino ai famosi Naga Sadhu che vivono e girano nudi coperti solo dalla cenere. Avremo la possibilità di assistere a questa celebrazione durante la festività del Maghi Purnima (il 19 febbraio) una data importante nelle celebrazioni. Perrnottamento ad Allabhad (C, P, C).

11° GIORNO: TRASFERIMENTO A VARANASI

Dopo la colazione trasferimento in auto (circa 3 ore) a varanasi. Check in nell’hotel sulle rive del Gange per riposare. A seguire, visita di Varanasi. La rigogliosa vegetazione sulle sponde del fiume accresce il fascino della città. E’ la meta ideali per i viaggiatori affascinati dalle credenze, i costumi, la cultura e le idee Hindu. Qui è possibile vivere autentiche esperienze di vita Hindu. Pernottamento a Varanasi. (B)

12° GIORNO: VISITA A VARANASI

Dopo la colazione, visita guidata della città sacra, che vanta molte attrazioni. E’ ricca di antichi templi come il Kashi Vishwanath, il Kal Bhairava, il Durga Kund e l’Annapoorna. Inoltre, Varanasi è un importante centro dell’arte, dell’artigianato, dell’istruzione e della cultura. Ci sono i Benares main Ghats, ovvero gradinate che portano al Gange, molte delle quali servono per le abluzioni rituali, altre per le cremazioni. Spesso alle gradinate è associata una leggenda o un episodio mitologico; altre sono private. La più importante gradinata per le cremazioni è la Manikarnika Ghat, consociuta anche come Mahasmasana, inclusa nel giro turistico. Si crede che bruciare i corpi in questi appositi luoghi sia il giusto modo per raggiungere la Moksha, la salvezza. In serata, si assisterà al famoso rituale religioso del Ganga Aarti Puja, che si svolge tutti i giorni al tramonto al Dasaswamedh Ghat, vicino al tempio Kashi Vishwanath ed è una cerimonia molto coreografica. E’ eseguito su un palco da un gruppo di giovani Pandit, avvolti in tuniche color zafferano, che tengono i piatti cerimoniali davanti a sè. Pernottamento a Varanasi. (C)

13° GIORNO: PARTENZA DA VARANASI

Trasferimento all’aeroporto e partenza con volo internazionale (via Delhi).

ATTIVITÀ

  • Esplorare Delhi vecchia con gli occhi di giovani guide formate da una ONG locale
  • Scoprire i famosi monumenti ed opere architettoniche di Delhi
  • Visitare il villaggio tradizionale di una città meno nota come Nawalgarh e le sue preziose Haveli
  • Scoprire la città rosa di Jaipur, la capitale del Rajasthan
  • Visitare il celebre Taj Mahal, uno degli edifici più famosi al mondo
  • Visitare la colossale tomba di Bara Imambara
  • Partecipare ad uno dei raduni religiosi più popolosi al mondo, il Kumbh Mela
  • Visitare la città sacra di Varanasi
  • Partecipare al Ganga aarti Puja di Varanasi
  • Passeggiare lungo le rive del fiume sacro Gange

RICHIEDI INFORMAZIONI










Il tuo messaggio (richiesto)

Vuoi iscriverti alla nostra Newsletter? (richiesto)

Termini e Condizioni
Desideriamo farti sapere come conserveremo i tuoi dati, per quanto tempo e per quali finalità. Potrai in ogni momento visionare e richiedere la loro cancellazione. Consulta la nostra Informativa sulla Privacy
Acconsento alla vostra Informativa sulla Privacy

IMPATTO SOCIALE ED AMBIENTALE

Tutto l’itinerario per assistere al pellegrinaggio del Kumbh Mela è studiato in modo da apportare benefici diretti o indiretti alle comunità locali, alla tutela dell’ambiente e alla protezione del patrimonio culturale. Laddove possibile, sono stati selezionati alloggi tradizionali sensibili alle questioni sociali e ambientali, secondo i criteri che guidano Conscious Journeys e il turismo responsabile.

L’India del Nord è un’area piena di grandi contraddizioni, da un lato vedrete le lussuose Haveli (famose case signorili) e i palazzi d’epoca riqualificati e trasformati in hotel di lusso, e invece dall’altro condizioni di povertà estrema, in un mix che vedrete coesistere.
Nella scelta delle strutture selezionate, è molto importante il rispetto delle tradizionali architetture locali, sfruttando il flusso monetario derivante dal turismo e contribuendo alla protezione degli edifici storici, scegliendo alcuni di questi come sistemazione durante i viaggi. L’impatto economico del turismo permette di rinnovare e preservare alcuni dei palazzi, delle fortezze e delle residenze storiche che altrimenti verrebbero abbandonate, e veicolate con un tour di turismo responsabile invece possono essere affidate anche a comunità locali e ONG. Questo tour comprende molte destinazioni turistiche note e luoghi meno conosciuti, proprio per riuscire a distribuire in modo più equo il flusso economico prodotto. Inoltre, il soggiorno in luoghi tradizionali e ricchi di storia, permette di immergersi pienamente nella cultura del luogo, al fine di creare un autentico incontro con le comunità locali, ONG locali e associazioni di volontariato che mostreranno ai turisti la realtà dei luoghi visitati, attraverso le loro numerose importanti attività. La ONG selezionata a Delhi, con i bambini che recupera dalla strada e trasforma in guide vi farà riflettere sull’importante tema dello sfruttamento, raccontandovi la loro esperienza personale e della vita alternativa che si sono riusciti a costruire grazie al lavoro della ONG; vi mostreranno i centri di accoglienza e vi illustreranno i progetti intrapresi dall’organizzazione, che da anni offre assistenza a questi bambini e ne agevola l’accesso all’istruzione e al lavoro.
A Nawalgarh, l’eco lodge utilizzato è coinvolto in attività di turismo responsabile e sostiene attraverso le sue entrate economiche diversi progetti di sviluppo comunitario. Ad Agra invece supporteremo grazie alla vostra visita e a “un caffè solidale”, donne vittime di attacchi con acido e effettuerete un tour responsabile che spiega la storia del mausoleo Taj Mahal. Il contributo di Conscious Journeys a queste comunità assicura loro il mantenimento e il rafforzamento dell’autonomia, la possibilità di affinare le loro abilità e creare una rete che copra tutto il Rajasthan, così da espandere i benefici tratti dal turismo responsabile. Proponiamo anche uno Shopping Responsabile, che consenta di acquistare i prodotti direttamente dagli artigiani, senza alcun bisogno di intermediari che traggano profitti, spesso irragionevoli, a scapito dei produttori. Allo stesso modo, incoraggiamo i soggiorni presso le famiglie locali, così che i benefici economici vadano direttamente alle comunità.

Inoltre, con un contributo di 70 euro potrete sostenere lo sviluppo di progetti a favore di una delle comunità tribali più emarginate dell’India, la comunità Kattunayakan del distretto di Nilgiri negli stati di Tamil Nadu e Kerala. I progetti a sostegno di tali tribù si concentrano su due aspetti principali: la tutela della diversità biologica e culturale e la promozione dell’istruzione regolare per i bambini della comunità.

CONSIGLI PER LA PARTENZA

Durante il viaggio si consiglia di mantenere una condotta che rispetti la cultura locale, al fine di evitare qualsiasi tipo di problema o difficoltà. In particolare, in pubblico si sconsigliano comportamenti troppo affettuosi, come baci o abbracci, perché non sono ben visti. Alcune comunità tribali, specialmente gli anziani dei villaggi, sono particolarmente sensibili alle fotografie. Come educazione richiede, è sempre bene chiedere il permesso prima di poter scattare una fotografia.

È preferibile vestire con un abbigliamento consono e coperto per due motivi: evitare il rischio di offendere le persone del luogo, specialmente nei luoghi di culto, e nel frattempo proteggersi dalle condizioni climatiche instabili, e dalle zanzare. A tal proposito si consiglia di portare con sé repellenti per insetti.

Il fuso orario dell’India è GTM/UTC +5.30, dunque anche il jet lag potrebbe creare fastidi. Impostare il proprio orologio sull’ora indiana ancor prima dell’arrivo può essere utile; così come mangiare e dormire secondo l’ora locale. In caso di arrivo in India di mattina, sforzarsi di rimanere svegli aiuterà il proprio orologio interno a resettarsi sul nuovo fuso orario.

Un approccio consapevole ai viaggi richiede una considerevole capacità e volontà di adattamento alla cultura e all’ambiente locali. Se desideri viaggiare con Conscious Journeys, ti chiediamo di avere un atteggiamento di completa apertura verso la cultura, la religione e le tradizioni del posto, dimenticando qualsiasi pregiudizio o idea preesistente, derivanti dal nostro modo tutto occidentale di pensare. Guardare invece il mondo con occhi nuovi, con pazienza e apertura, ti permetterà di vedere l’autentica essenza del patrimonio culturale attraverso i luoghi e le persone che incontrerai.
Compiuto questo piccolo sforzo, riuscirai a godere davvero della bellezza di una cultura totalmente differente, della meraviglia della natura, della solennità di templi e palazzi, della sacralità delle acque degli infiniti fiumi che fluiscono attraverso questa terra magica, e al ritorno a casa poter ricordare le incredibili esperienze vissute.

HOTELS

Per tutta la durata del tour abbiamo selezionato hotels tradizionali e bellissimi, quasi sempre d’epoca e con servizi eccellenti. Per tutte le strutture è stata fatta una selezione scrupolosa, per garantire il minimo impatto sociale ed ambientale.

TRASPORTI

Per tutto il viaggio saranno utilizzati auto private o mini bus (dipende dal numero dei partecipanti), e da Varanasi a Delhi per il volo internazionale del rientro.

INDIA QUANDO ANDARE

La stagione che va da ottobre a marzo è in genere il miglior periodo per visitare l’India del Nord (tra queste le regioni dell’Uttar Pradesh, Madhya Pradesh, Bengala Occidentale). Mentre il Rajasthan è caratterizzato da un clima secco tutto l’anno, dove l’influenza del monsone può manifestarsi tra luglio e agosto solo con sporadici temporali, intensi ma di breve durata. Le temperature massime registrate tra ottobre e marzo variano dai 26 ai 36° C circa. I monsoni, portatori di piogge, si manifestano prevalentemente da maggio sino a settembre.

NEWSLETTER




Go top