28 Novembre 2018

Viaggio in Asia, scegliere la tipologia di viaggio

viaggio in asia

viaggio in asia

Un viaggio in Asia non è mai solo un viaggio, non ne può bastare uno per averne un’idea chiara, non ci si può accontentare di uno solo degli stati asiatici per comprenderne usi e costumi; le sfumature sono innumerevoli, segnate da confini ufficiali e non, e questa terra infinita le ha preservate per millenni, fiera della sua spiritualità e delle sue tradizioni. La si può amare o odiare, ma bisogna viverla davvero per poterlo affermare.
L’Asia è il più vasto dei continenti, coprendo circa un terzo delle terre emerse, ed è anche il più popolato. Ricco di una vastissima biodiversità e di quasi tutti i climi e habitat esistenti al mondo. Una terra con una storia antichissima, da sempre meta sognata e desiderata dagli occidentali, che fin dai tempi di Alessandro Magno vollero esplorarla e conquistarla. Anche la vasta letteratura che la riguarda, a cominciare dal Milione di Marco Polo, passando per il Siddharta di Herman Hesse, fino ai libri di Tiziano Terzani, testimonia la grande fascinazione che gli occidentali sentono verso l’Oriente.
Lo stesso nome “Asia” è un concetto esclusivamente europeo, poiché le tante e diverse popolazioni del continente, non concepiscono l’idea di un’Asia unica, che li rappresenti tutti. Il termine potrebbe derivare dal greco, dalla parola accadica aṣû(m), ovvero “ascendere”, probabilmente in riferimento al sorgere del sole, o dal termine fenicio asa, che indicava l’est, ma la questione non è ben chiara. Fu usato per la prima volta da Erodoto nelle sue Guerre Persiane, attorno al 440 a.C. con Asia egli intendeva indicare i territori dell’Anatolia e dell’Impero Persiano, per distinguerli dalla Grecia e dall’Egitto. Ai tempi di Alessandro Magno si credeva che l’Asia terminasse con l’India ed infatti il grande condottiero credette di essere giunto l’estremità orientale del mondo. In quello stesso periodo il termine divenne comune anche in Italia e tra i romani. Nelle mappe medievali, in particolare nel planisfero di Tolomeo, notiamo un continente asiatico grande, ma dai confini incerti.

BREVE STORIA

Nessun altro continente ha visto svilupparsi sul suo suolo così tante importanti civiltà come l’Asia e nessun altro ha esercitato un’influenza tanto grande sul resto del mondo conosciuto prima che l’Europa assumesse, a partire dal XVI secolo, un ruolo di indiscussa centralità. Tra la fine del XVIII e l’inizio del XX secolo l’Asia visse un periodo di declino, ma nel Novecento questa tendenza è stata ribaltata. Nel corso del XX secolo l’Asia ha dimostrato di aver acquisito nuove energie, soprattutto paesi come il Giappone, la Cina e l’India.
In Mesopotamia, quel lembo di terra tra il Tigri e l’Eufrate, già nel III millennio a.C. la civiltà Sumerica prosperava: organizzata in città-stato, sviluppò la scrittura cuneiforme e si dedicò alla lavorazione del rame, all’allevamento e all’agricoltura. Da questa civiltà derivò il regno di Babilonia (II millennio a.C.) e contemporaneamente il regno degli Ittiti, a seguito di migrazioni di popoli indoeuropei tra il XVII ed il XIII secolo a.C. Dal XIII al VII secolo a.C. si ebbe l’ascesa dell’impero degli Assiri, da cui si sviluppò l’impero Persiano in Iran, distrutto poi da Alessandro Magno nel IV secolo a.C. Tra il II secolo a.C. ed il VII d.C. il Medio Oriente fu oggetto di scontri tra i regni dei Parti e dei Sasanidi da una parte e dei Romani e dei Bizantini dall’altra.
In Estremo Oriente una delle più grandi civiltà fu senza dubbio l’India, che già tra il II ed il I millennio a.C. vide l’affermarsi degli Ariani, della casta sacerdotale dei bramini e dell’induismo. Il buddismo giunse nel VI secolo, ma si diffuse velocemente, fino a divenire una delle amggiori religioni asiatiche.
Nell’Asia Sudorientale altre due civiltà antichissime presero vita, la cinese e la giapponese. Culture molto influenzate dal Confucianesimo (Cina) e da scintoismo e buddismo (Giappone).
Attorno al VII secolo iniziò l’avanzata islamica, che giunse fino all’Asia centrosettentrionale; poi giunsero gli ottomani e tra il XIII e XV secolo fu l’orda Mongola a portare scompiglio nel continente, guidata dal temuto Gengis Khan.
A partire dal XVI secolo, invece, furono gli Europei a invadere queste terre, attratti dai fiorenti commerci che ne derivavano. Portoghesi, Spagnoli, Olandesi, Francesi, Inglesi, tutti volevano un pezzo di Asia ed assieme alle motivazioni commerciali, c’era anche quella di diffondere il Cristianesimo. La Gran Bretagna si impossessò dell’Indi e poi anche della Birmania; i Francesi occuparono l’Indocina e gli Olandesi l’Indonesia.
I cambiamenti avvenuti nel XX secolo hanno segnato la rinascita dell’Asia, che è riuscita, almeno in parte, a liberarsi del giogo europeo e a ritrovare una sua identità. Fu dopo la seconda guerra mondiale che molti territori riottennero l’indipendenza e finalmente poterono svilupparsi in modo autonomo, facendo i conti con i pro e i contro della colonizzazione straniera.
Dopo millenni di storia, di incontri e scontri interni e con i colonizzatori, il risultato è il paese con i più profondi contrasti fisici, economici ed umani: qui troviamo l’Everest, il punto più altro della Terra, ma anche la Fossa delle Marianne, che è il più profondo. Per la sua estensione, presenta aree glaciali ed aree equatoriali, con temperature, paesaggi e creature viventi completamente diverse tra loro. Aree desertiche quasi disabitate e zone in cui si raggiungono i 1000 ab/kmq. Tante le etnie e ancor di più le religioni professate, le meraviglie naturali e i maestosi siti archeologici.
Un paese ricco di sfaccettature, di tradizioni e cultura, che non può lasciare indifferenti e che sicuramente non può essere scoperto e compreso in un unico viaggio. Ogni viaggio in Asia può essere considerato come un tassello in più nel grande puzzle di questo incredibile continente. Un viaggio in Asia sarà, nel bene e nel male, un’esperienza che vi fornirà un punto di vista diverso sulla vita e sulla quotidianità. Un viaggio in Asia sarà un’occasione per riguardare le proprie convinzioni e liberarsi dai propri preconcetti, aprendosi alla realtà autentica di questi paesi. Un viaggio in Asia sarà un tuffo in un mondo vivace, controverso, ma sempre in continuo fermento.

IL VIAGGIO IN ASIA DI CONSCIOUS JOURNEYS

Conscious Journeys, con i suoi itinerari di turismo responsabile, offre viaggi autentici e pregni, che mirano a rivelare la vera cultura asiatica. Il turismo responsabile si fonda sul concetto di centralità della comunità ospitante, che ha il diritto di vivere lo sviluppo turistico del proprio paese da protagonista, non subendolo. Il turismo dovrebbe portare ad uno sviluppo responsabile del territorio e dei suoi abitanti, che dovrebbero beneficiarne e non esserne schiacciati. I tour di Conscious Journeys puntato alla protezione e salvaguardia della biodiversità biologica e culturale del pianeta, promuovendo viaggi sostenibili sia dal punto di vista sociale che ambientale. Soggiorni in alberghi che rispettino le architetture locali o direttamente presso famiglie del luogo, incontri con villaggi e associazioni che li supportano, con tutte quelle realtà che si sforzano quotidianamente di preservare cultura e natura locali. I contatti diretti con le persone che vivono i luoghi che si stanno visitando conferiscono al viaggio in Asia (e non) una marcia in più, lo rendono autentico, perché dagli incontri nascono gli scambi, guardandosi negli occhi si intuiscono le verità che non hanno bisogno di essere espresse ed il carico di emozioni resterà nella memoria per sempre.

VIAGGIO IN ASIA: LE TIPOLOGIE

I viaggi di Conscious Journeys vi accompagnano in alcuni paesi dell’Asia meridionale e del Sud Est asiatico (Bhutan, Birmania, India, Maldive, Malesia, Sri Lanka e Thailandia) e sono disponibili in diverse modalità, in base alla tipologia di itinerario (ad esempio il viaggio Sikkim e Bhutan o La Valle dello Spiti non saranno disponibili come viaggi privati, viceversa l’itinerario alle Maldive non potrà essere scelto come viaggio di gruppo). Le tre modalità sono viaggi di gruppo, viaggi privati, viaggi di nozze:

  • Viaggio in Asia di gruppo: si tratta di itinerari con partenza programmata, non variabile; le persone interessate potranno fare richiesta di iscrizione ed al raggiungimento del numero minimo di partecipanti, il viaggio sarà confermato. Durante il tour saranno garantiti autisti privati e guide specializzate; i soggiorni avverranno in strutture di ottimo livello ed Eco-Resort e ci sarà una serie di incontri con associazioni, cooperative e comunità tribali.
  • Viaggio in Asia privato: si tratta di itinerari a data libera, che può essere proposta dai viaggiatori in base alle loro necessità. È richiesto un minimo di 2 persone e sono garantiti gli stessi servizi offerti durante i viaggi di gruppo: autisti e guide, strutture ricettive ecologiche e incontri con ONG, associazioni e villaggi locali.
  • Viaggio di Nozze: molti dei tour del catalogo Conscious Journeys possono essere scelti come viaggi di nozze. È possibile scegliere un itinerario già pronto o decidere di fare qualche variazione e/o aggiungere un’estensione mare ad un tour culturale.

Qualsiasi tipologia voi scegliate, avrete la certezza di partire per un viaggio in Asia diverso dai soliti, lontano dai percorsi del turismo di massa, ma incentrato sugli aspetti sociali e umani, nel pieno rispetto dei luoghi visitati e delle persone che li abitano.

  • viaggio in asia
  • viaggio in asia
  • viaggio in asia
  • viaggio in asia
  • viaggio in asia
Go top