15 novembre 2017

I Moken, un gruppo etnico nel mare delle Andamane

moken

I Moken

Moken sono un gruppo etnico stanziato nelle aree marittime di Birmania e Thailandia, che oggi conta poche migliaia di individui. Il termine Moken viene dal loro idioma, ma in Birmania sono chiamati selong o salon, mentre in Thailandia chao ley che significa “cittadini del mare”. Vivono per lo più nelle isole dell’arcipelago Mergui, situate al largo delle coste meridionali della Birmania e lungo le coste occidentali della Thailandia, nel mare delle Andamane. Fare un censimento preciso della popolazione Moken risulta difficile, in quanto sono nomadi e si spostano di continuo. Proprio per questa loro natura nomade, sono noti anche con il nome di “zingari del mare“: a bordo delle loro Kabang, tradizionali imbarcazioni in legno fatte a mano, si spostano da un’isola all’altra, restando sulla terra ferma solo durante il periodo dei monsoni. Trascorrono la maggior parte della loro vita in mare, vivendo principalmente con i proventi della pesca e della raccolta di molluschi, crostacei ed animali marini. Sono abilissimi nelle immersioni, riuscendo a raggiungere anche i 20 metri di profondità. Non stupisce, quindi, che una ricerca di un’università svedese abbia evidenziato che la visibilità subacquea dei bambini Moken è doppia rispetto a quella dei bambini europei. Il legame di questo popolo con oceano e mare è atavica e la loro vita è strettamente legata all’ambiente in cui vivono. Praticano anche la caccia, la raccolta di prodotti della foresta e coltivano principalmente alberi da frutto. Hanno sempre vissuto in modo semplice e modesto, lavorando quanto basta per scambiare i loro prodotti con carburante per le barche, riso, indumenti. I Moken praticano l’animismo, che si basa sul culto delle forze naturali e degli spiriti. Particolarmente importanti sono gli spiriti marini ed infatti i Moken prestano molta attenzione ai loro segnali. La loro conoscenza del mare gli permise di salvarsi dallo tsunami che colpì l’Oceano Indiano nel 2004.

Sì presume che gli odierni Moken discendano da migranti che dal sud della Cina, all’incirca 4000 anni fa, giunsero sulle isole Mergui. Il commercio con i mercanti cinesi era una delle loro principali attività, ma nella storia la popolazione Moken è stata sottomessa e sfruttata da diversi dominatori come britannici, giapponesi, thailandesi e birmani. Dagli anni 2000 hanno cominciato ad aumentare gli insediamenti fissi dei Moken e molti di loro si sono integrati nella società birmana e thailandese, non abbandonando mai il mare e la pesca, ma apprendendo ed utilizzando tecniche più moderne. Purtroppo a causa dello sfruttamento del mare delle Andamane da parte di grandi compagnie, l’accesso al mercato ittico è sempre più difficile e lo spazio lasciato libero dai colossi del mercato è sempre meno. Il senso di appartenenza di questo popolo è molto forte e ben radicato, per cui riesce a resistere al tempo ed al progresso, ma in un mondo fatto di precisi confini statali, il loro stile di vita nomade tende a sfuggire alle regole e i governi di Thailandia e Birmania vorrebbero, invece, avere un maggiore controllo.

Viaggi nel mare delle Andamane

Conscious Journeys inserisce incontri con questo meraviglioso ed antico popolo durante l’itinerario tra Birmania ed in Thailandia, Crociera nelle isole Andamane e cultura Moken, per scoprirne tradizioni, vita quotidiana e tecniche di pesca. In particolare si potranno visitare i villaggi Moken situati nel Parco Nazionale di Koh Surin in Thailandia e fare una escursione guidata nella foresta, durante la quale vi saranno mostrate le erbe medicali, le piante edibili e quelle usate per le costruzioni dei villaggi e delle barche; ed a Nyaung Wee in Birmania, per scoprire come i Moken difendono strenuamente il proprio stile di vita. I ricavi del tour sono devoluti per il Fondo per la comunità Moken, che supporta l’intera comunità, garantendo cure mediche ed assistenza agli anziani. I Moken fanno parte del patrimonio culturale del nostro pianeta e Conscious Journeys si impegna per tutelarli e non farli scomparire.

  • moken
  • moken
  • moken
  • moken
  • moken
Go top